Abusi edilizi nei locali del Marano, arriva l'ordinanza di demolizione

Nei guai i titolari di Operà, Reset e Mojito, in totale oltre 660 i metri quadrati contestati dagli agenti della polizia Municipale

Abusi edilizi in tre locali del Marano i cui titolari, finiti denunciati a piede libero, dovranno anche provvedere a sanare la situaizone demolendo le opere non conformi. A far emergere il problema per Operà, Reset e Mojito sono stati i controlli estivi della polizia Municipale di Riccione che, per il primo, hanno evidenziato  57 metri quadrati non a norma; oltre 384 metri quadrati al Reset e 227 metri quadrati all'ultimo. Oltre a contestare le irregolarità, per i proprietari potrebbe arrivare anche un problema di licenza, che potrebbe essere revocata o fortemente limitatata dall'amministrazione comunale riccionese dopo che, nel corso dell'estate, diverse sono state le tensioni e le problematiche della zona diventata un punto caldo della movida notturna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

Torna su
RiminiToday è in caricamento