menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Abusò della figlia 11enne. Padre rinviato a giudizio per violenza su minore

La piccola, vittima di toccamenti intimi da parte del genitore, ha confermato l'intera vicenda nel corso di un interrogatorio protetto. Gli abusi sarebbero andati avanti per oltre un anno prima che la bambina trovasse il coraggio di raccontare tutto alla madre

E' stato rinviato a giudizio dal Gip del Tribunale di Rimini il padre che, per l'accusa, commise una serie di toccamenti intimi sul corpo della figlia di appena 11 anni. La piccola, i cui genitori sono separati, trascorreva alcuni periodi a casa del padre e, durante questi momenti, sarebbe stata molestata dall'uomo. Gli abusi risalirebbero al periodo tra il 2010 e il 2011 quando la bambina si trovava affidata al padre e, secondo la ricostruzione fatta dalla stessa vittima, il genitore allungava le mani, sia sul petto che tra le gambe, quando si trovavano insieme nel letto a guardare la televisione.

Ad accorgersi che qualcosa nella figlia era cambiato è stata la madre, allarmata dal repentino calo dei voti scolastici e dalle crisi di pianto che in alcune occasioni avevano costretto la bambina a ricorrere alle cure del pronto soccorso. Era stato proprio durante una di queste crisi, con la piccola chiusa in bagno per piangere, che la bambina aveva trovato il coraggio di parlare alla mamma delle strane attenzioni di cui era fatta oggetto. Un racconto dettagliato fatto agli inquirenti e poi confermato dall'11enne nel corso di un interrogatorio protetto. La prima udienza del processo è stata fissata per il prossimo febbraio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Ecco i 3 momenti della vita in cui si ingrassa di più

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento