Accecato dalla gelosia spacca la testa al collega di lavoro

Un operaio tunisino di 32 anni era impegnato nell'attività lavorativa, quando improvvisamente è stato avvicinato e aggredito dal collega - un albanese di 30 anni - con un corpo contundente

Foto di repertorio

Dramma della gelosia a Rimini: è successo martedì mattina in un cantiere in via Pascoli. Un operaio tunisino di 32 anni era impegnato nell'attività lavorativa, quando improvvisamente è stato avvicinato e aggredito dal collega - un albanese di 30 anni - con un corpo contundente. L'extracomunitario è stato colpito alla testa, rimanendo gravemente ferito. Il 30enne, dopo un attimo di smarrimento, si è recato al pronto soccorso per sincerarsi delle condizioni del collega.

L'albanese ha confessato alla Polizia di aver agito d'impeto dopo che il tunisino aveva telefonato alla sua compagna. L'uomo è stato così denunciato a piede libero per lesioni gravi. Il ferito non è in pericolo di vita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Coronavirus, nuovo decreto fino al 5 marzo: divieto di ricevere più di due persone in casa

Torna su
RiminiToday è in caricamento