rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Miramare / Viale Gubbio

Folle di gelosia accoltella tre persone prima di essere fermato

Giornata di sangue tra Morciano e Rimini con l'uomo che ha ferito in maniera grave l'ex moglie, il presunto amante di lei e in maniera più lieve la sorella di quest'ultimo

Giornata di follia per un cittadino albanese 54enne che, accecato dalla gelosia, ha accoltellato l'ex moglie 51enne, il presunto amante di lei di 48 anni e la sorella 45enne di quest'ultimo in una lunga scia di sangue tra Morciano e Rimini. Secondo quanto emerso l'uomo, intorno alle 13, avrebbe avuto un'ennesima accesa discussione con la compagna dalla quale si era separato ma che continuava a vessare sospettandola di avere una nuova relazione con un albergatore di Rivazzurra. Con quest'ultimo, già in passato, aveva avuto degli accesi screzi l'ultimo dei quali la scorsa domenica quando si era presentato nella struttura ricettiva per minacciarlo. Nella tarda mattinata di martedì 22 febbraio dalle parole è passato ai fatti colpendo la donna con una serie di coltellate per poi fuggire a bordo di un furgone Ford Transit mentre scattava l'allarme che ha fatto accorrere a Morciano i carabinieri e i sanitari del 118. Le condizioni della ferita sono apparse molto serie tanto che è stato fatto intervenire l'elicottero da Ravenna e, dopo essere stata stabilizzata, la donna è stata trasportata al "Bufalini" con il codice di massima gravità. Nel frattempo è scattata la caccia all'uomo e, sia i militari dell'Arma che la polizia di Stato, si è messa sulle tracce del fuggitivo cercando di intercettarlo.

Triplice accoltellamento per gelosia

Il furgone e l'accoltellatore sono riapparsi, verso le 13.40, all'hotel Butterfly di Rivazzurra in viale regina Margherita il cui titolare sarebbe stato il presunto amante del malvivente. L'uomo è entrato nella hall dell'albergo puntando direttamente verso il titolare 48enne colpendolo con una serie di fendenti all'addome. Nel parapiglia è intervenuta anche la sorella del ferito, una 45enne, che nel tentativo di dividerli è stata colpita con una coltellata alla gamba. Decisivo l'intervento del compagno di quest'ultima che è riuscito a dividere i due uomini bloccando l'albanese che, a questo punto, si è messo a urlare di "volersi dare fuoco" per farla finita.

Nell'albergo sono accorse le Volanti della polizia di Stato, gli inquirenti della Squadra mobile e i sanitari del 118. Ad avere la peggio è stato il 48enne, ferito in maniera molto grave, che dopo essere stato stabilizzato sul posto è stato trasportato d'urgenza all'Infermi di Rimini. Lesioni di media gravità, invece, per la 45enne anche lei trasportata nel nosocomio riminese. L'albanese, invece, è stato bloccato dal personale della polizia di Stato e portato in Questura per essere interrogato. L'intera scena del secondo accoltellamento è stata interamente ripresa dalle telecamere interne della struttura ricettiva e i fotogrammi sono stati acquisiti dagli investigatori della polizia di Stato. Al termine degli accertamenti il 54enne è stato sottoposto a fermo per l’aggressione ai danni dell'ex moglie e arrestato in flagranza per quella ai danni del presunto amante per poi essere condotto in carcere a disposizione della magistratura. Dei tre feriti, i due più gravi sono la 51enne, ricoverata al "Bufalini" in progonosi riservata, e il 48enne, anche lui ricoverato in prognosi riservata all'Infermi, mentre la 45enne è stata dimessa con una prognosi di 30 giorni.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Folle di gelosia accoltella tre persone prima di essere fermato

RiminiToday è in caricamento