Cronaca Viale Gabriele D'Annunzio

Accoltella un nordafricano e poi cerca di intimidire la testimone del delitto

Individuato dai carabinieri l'autore dell'accoltellamento di via Oliveti, il malvivente ha poi minacciato la donna per indurla a non testimoniare

Si è chiuso il cerchio degli inquirenti dell'Arma intorno all'autore dell'accoltellamento, avvenuto in via Oliveti lo scorso 20 settembre, che aveva visto un marocchino 27enne venire ferito al volto. A finire in manette è stato un 45enne pugliese, anche lui senza fissa dimora, e già noto alle forze dell'ordine per reati legati agli stupefacenti, alla ricettazione e al furto. Secondo quanto emerso, i due avevano iniziato a litigare ferocemente a causa del troppo alcol ingerito fino a quando, l'italiano, aveva colpito il nordafricano ed era fuggito. Ad assistere alla scena una testimone, una 43enne croata anche lei senza fissa dimora, che aveva indicato agli inquirenti dell'Arma la foto segnaletica del 45enne. La stessa testimone, tuttavia, nella mattianta di venerdì scorso è riuscita a sfuggire a un tentativo di stupro. La straniera aveva accettato l'invito di un marocchino a fare una passeggiata sulla spiaggia nella zona del Marano a Riccione verso le 9 di venerdì. A un certo punto il nordafricano, un 27enne, ha iniziato ad allungare le mani pretendendo un rapporto sessuale e, alla risposta negativa della donna, l'ha aggredita picchiandola selvaggiamente al volto e cercando di stuprarla. La straniera, riuscita a fuggire, è stata soccorsa da una pattuglia dell'Arma che transitava in via D'Annunzio mentre, il 27enne, è stato catturato e portato in caserma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoltella un nordafricano e poi cerca di intimidire la testimone del delitto

RiminiToday è in caricamento