Accoltellamento davanti alla discoteca di Marina Centro, condannato l'autore

Il Gup ha ritenuto colpevole un 24enne italoperuviano che, nel gennaio del 2017, aveva aggredito con un coltello un magrebino

La notte tra il 24 e 25 gennaio del 2017 si era conclusa in maniera praticolarmente animata davanti all'Io Street Club di Marina Centro quando, un italoperuviano 24enne aveva accoltellato un tunisino davanti al locale. Nella mattinata di mercoledì il gup ha ritenuto il sudamericano, difeso dall'avvocato Enrico Graziosi che ha già preannunciato il ricorso in Appello, colpevole e lo ha condannato a 2 anni con la sospensione della pena. Il giudice, infatti, ha ritenuto di dover derubricare l'accusa di tentato omicidio in quella di lesioni aggravate, così come dimostrato dalla difesa, che avevano visto il ferito riportare una prognosi di 30 giorni. A scaenare gli animi tra i due, secodo quanto emerso, era stato il litigio del 24enne con la propria ex fidanzata, una cubana, che aveva visto il tunisino intervenire in difesa della donna. In seguito a quella vicenda, e a una numerosa serie di eventi di cronaca nera che si erano verificati all'interno e all'esterno della discoteca, il Questore di Rimini Maurizio Improta aveva deciso di sospendere, per 45 giorni, la licenza al locale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • "Armato di pistola in piazza Ferrari", Pecci lancia l'allarme sulla sicurezza

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento