rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

Accoltellò ragazzi durante concerto, assolto dall'accusa di tentato omicidio

L'aggressione si era consumata a Riccione in piazzale Roma nella notte tra il 22 e il 23 agosto scorso

Una aggressione selvaggia, legata alla vendita di alcuni grammi di stupefacenti, quella che si era consumata sulla spiaggia di piazzale Roma a Riccione, nella notte del 23 agosto, al termine del concerto di Radio Dee Jay. Da una parte quattro giovani turisti provenienti da Como (tutti cittadini italiani, due dei quali di origine straniera), dall’altra un gruppo di egiziani da qualche giorno in Riviera. Otto persone in tutto tre delle quali erano finite in ospedale e, una,aveva dovuto subire un delicato intervento chirurgico per le lesioni riportate. Le indagini avevano individuato subito nei nordafricani gli autori dei fendenti e, dopo una breve fuga, erano stati catturati. A meno di un anno dai fatti è arrivato il processo davanti al gip di Rimini nel quale Zeidan Fawzi, 20 anni, è stato rinviato a giudizio e sarà processato con rito ordinario. Mohamed Elboraei, 18 anni, per il quale il pm aveva chiesto una pena di sette anni e 6 mesi per tentato omicidio, è stato assolto dall'accusa e condannato a 1 anno 4 mesi per rissa. Khaled Abdel Salam Amro Khaled, 18 anni, scagionato dall'ipotesi di essere uno degli accoltellatori, anche lui è stato condannato per la rissa alla stessa pena. Tutti gli altri, Arsen Ramekaj, 18 anni albanese ferito al petto, Christian Grigioni 19 anni, Ari Resul 19 anni, Ibrahim Mohamed 18 anni, hanno patteggiato pene comprese fra otto mesi e un anno e quattro mesi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoltellò ragazzi durante concerto, assolto dall'accusa di tentato omicidio

RiminiToday è in caricamento