Accoltellamento nello stabile abbandonato, ore contate per l'aggressore

Gli inquirenti della polizia di Stato sulle tracce della ragazza che ha dato l'allarme domenica mattina

Sembrerebbe esserci una svolta nelle indagini della polizia di Stato sull'accoltellamento di via Ugo Bassi, avvenuto nella mattinata di domenica scorsa, con la vittima, un tunisino 33enne irregolare in Italia, ancora ricoverato in ospedale per le ferite. Il nordafricano, già noto alle forze dell'ordine per reati legati agli stupefacenti, sarebbe stato ferito da un conoscente per una partita di droga non pagata. Secondo gli inquirenti della Mobile, inoltre, figura chiave dell'intera vicenda potrebbe essere la misteriosa ragazza, molto probabilmente dell'est Europa, che ha dato l'allarme. La donna, infatti, in un primo momento aveva raccontato al telefono di trovarsi sul marciapiede di via Bassi e di aver sentito delle urla provenire dall'interno della struttura abbandonata. La donna, poi, avrebbe scavalcato la recinzione semi abbattuta e, da una finestra, aveva visto il corpo riverso a terra dando l'allarme al 118 per poi allontanarsi dopo l'arrivo dei soccorsi e della polizia. Una versione che non appare convincente, anche alla luce del fatto che la testimone è poi sparita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento