Accusata di truffare le donne vittime di violenza, arrestata presidente di onlus

La 35enne intascava soldi chiesti ad amministrazioni locali a titolo di rimborsi o finanziamenti per progetti di aiuto sociale e psicologico per minori

Truffava donne vittime di abusi e intascava soldi chiesti ad amministrazioni locali a titolo di rimborsi o finanziamenti per progetti di aiuto sociale e psicologico per minori l'ex presidente di un'associazione senza scopo di lucro nata per la promozione sociale e contro stalking e violenza di genere.

La donna, 35 anni, è stata arrestata giovedì mattina dai carabinieri di polizia giudiziaria e della compagnia di Riccione al termine di un'indagine coordinata dal sostituto procuratore Davide Ercolani. I militari hanno dato esecuzione a un'ordinanza del gip Benedetta Vitolo in cui si elencano una serie di reati tra cui truffa, estorsione, minaccia e falso.

La donna, ai domiciliari, difesa dall'avvocato Alessandro Sarti, si sarebbe proposta anche come investigatore privato. Le sue vittime principalmente donne abusate o maltrattate con figli minori. Una di queste nel 2017 l'aveva denunciata raccontando di essersi trovata di fronte a una richiesta di denaro in cambio di servizi di investigazione.

QUI GLI AGGIORNAMENTI

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sesso sulle panchine del lungomare di Riccione, il nuovo video porno di Malena

  • Prima lo schianto con il guard-rail, poi la tragica carambola: un morto sull'Adriatica

  • Salvini infiamma Santarcangelo, ma non riesce a raggiungere la piazza

  • "Secchiate di me**a su Salvini", è scontro tra il leader della Lega e il cantante santarcangiolese

  • Le scuole superiori che preparano meglio all'Università o al lavoro: la classifica della Provincia

  • Masterchef, Valerio Braschi debutta con il suo ristorante e svela nome, data di apertura e menù

Torna su
RiminiToday è in caricamento