Acli Rimini, venerdì la riunione di costituzione Forum del Terzo Settore

Il Forum del Terzo Settore ha il compito di rappresentare al meglio le istanze e i valori di cui il non profit è portatore, ottenere di non venire considerati semplici fornitori di servizi ma coprogettatori del welfare di beni comuni generatori di benessere per la comunità

Venerdì alle ore 20.30 nella Sala Marvelli (sede della Provincia di Rimini, via Dario Campana 64) è convocata la riunione per costituire il “Forum del Terzo Settore della Provincia di Rimini”. «Il Terzo Settore in questo periodo è diventato l’elemento fondamentale di un percorso di rinascita del nostro paese. Le linee guida sulla sua riforma proposte per la discussione dal Governo Renzi hanno stimolato vari attori locali e nazionali a interrogarsi ed elaborare proposte per contribuire al suo sviluppo. Tale percorso è solo all’inizio e molta strada andrà fatta a tutti i livelli – spiega Andrea Rastelli, referente del progetto regionale che ha quale capofila le ACLI dell’Emilia Romagna –. Il nostro territorio da anni è in una condizione anomala rispetto alle altre province della Regione Emilia Romagna, poiché insieme a quello di Forlì-Cesena è l’unico a non aver costituito un Forum territoriale del Terzo Settore».
 
Il Forum Nazionale del Terzo Settore è un soggetto sociale riconosciuto e si è ufficialmente costituito nel 1997. Rappresenta circa 70 organizzazioni nazionali di secondo e terzo livello, per un totale di oltre 94.000 sedi territoriali. Le realtà aderenti operano negli ambiti del volontariato, dell’associazionismo, della cooperazione sociale, della solidarietà internazionale, della finanza etica, del commercio equo e solidale del nostro Paese. Obiettivo principale del Forum del Terzo Settore è la valorizzazione delle attività e delle esperienze che le cittadine e i cittadini autonomamente organizzati, attuano sul territorio per migliorare la qualità della vita delle persone e delle comunità.

Il Forum ha quali scopi statutari e fondativi di rappresentanza sociale e politica nei confronti di Governo e istituzioni; coordinamento e sostegno alle reti interassociative; e comunicazione di valori, progetti e istanze delle realtà organizzate del Terzo Settore. Applicando i principi dello statuto nazionale a livello locale, il Forum Provinciale deve attivarsi per la partecipazione e il protagonismo del Terzo Settore alla definizione delle politiche pubbliche locali, con una voce univoca, autorevole e riconosciuta. Un organismo rappresentativo unito ha il compito di aumentare la “qualità” della partecipazione alla cittadinanza attiva, una voce unica che spinga l’istituzione a cogliere il bene del territorio. Argomento ancora più attuale in un momento di trasformazione istituzionale, data la recente chiusura delle province, la costituzione della Asl di Area vasta, ecc.
 
Perché i soggetti di Terzo Settore siano realmente considerati come portatori d’interessi che non possono essere esclusi dai processi decisionali, occorre formalizzare i meccanismi attraverso cui organizzare il loro coinvolgimento e la loro riconoscibilità con procedure che portino all’assunzione di pubbliche decisioni e di avere il giusto peso rispetto ad altri soggetti. Il Forum del Terzo Settore ha il compito di rappresentare al meglio le istanze e i valori di cui il non profit è portatore, ottenere di non venire considerati semplici fornitori di servizi ma coprogettatori del welfare di beni comuni generatori di benessere per la comunità.
 
A stimolare questa riflessione c’è anche la Regione Emilia Romagna che ha approvato il progetto “Agenda per l’innovazione sociale”, che si propone di riattivare e fare rinascere nei territori dove sono assenti, il Forum del Terzo Settore (quindi Rimini e Forlì e Cesena) per il completamento della rete regionale.
Al progetto, che ha come capofila le Acli regionali, hanno aderito le seguenti associazioni regionali e conseguentemente le loro realtà territoriali: Auser, Acli, Aics, Anteas, Anpas, Csi, Avis, Uisp, Forum Terzo Settore regionale E-R, Cittadinanzattiva, Fiopsd, Legacoopsociale, Forum Terzo Settore Ravenna, Forum Terzo Settore Bologna, Arci, Forum Terzo Settore Modena, Endas, Ancescao, Federsolidarietà.
 
A Rimini un gruppo di organizzazioni emanazione dei livelli regionale e nazionale, dopo ripetuti incontri e approfondimenti, ha deciso di costituire il Forum Terzo Settore della Provincia di Rimini e, a tale scopo, è stata organizzata la riunione di domani, 27 giugno.
A questo incontro sono invitate tutte le realtà territoriali, iscritte ai registri provinciali (le sole che da statuto possono aderire al Forum).
Nella serata si proporrà di aderire all’atto costitutivo; dopo la lettura e l’approvazione dello statuto ci sarà la conseguente nomina di un Consiglio Direttivo.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento