rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Cronaca Riccione

Acque pulite dopo la tempesta, parametri fuori norma solo alle foci di Uso e Marano

Su 98 campionamenti i parametri sono risultati fuori norma unicamente in corrispondenza dei porti canali e alle foci dei fiumi

Acque pulite e in buona salute lungo la Costa emiliano-romagnola. Su 98 campionamenti eseguiti da Arpae, nonostante gli eventi meteo con allerta arancione, si sono registrati 9 sforamenti, per quanto riguarda i valori dell’Escherichia coli, e 4 per gli enterococchi. Il mare mosso e le mareggiate che si sono abbattute con particolare intensità in alcune località della Riviera sabato scorso hanno portato a mare, inevitabilmente, impurità accumulate dopo il periodo di forte siccità.

Infatti, i parametri sono risultati fuori norma unicamente in corrispondenza dei porti canali e alle foci dei fiumi: nel comune di Cervia, dove si è registrato un maltempo particolarmente forte, di Cesenatico, che ha visto una forte mareggiata, a Riccione e Bellaria-Igea Marina, sulle foci rispettivamente del Marano e dell’Uso, e nei comuni di Gatteo, Savignano e San Mauro Pascoli sulla foce del Rubicone.

Essendo gli sforamenti legati al maltempo, è atteso con sicurezza il rientro, quanto prima, dei parametri; nel frattempo i sindaci dei comuni interessati, in osservanza della massima sicurezza, sono in procinto di emettere le ordinanze di divieto di balneazione. Sono già in programma nuovi prelievi a stretto giro, non appena le condizioni meteo e del mare lo consentiranno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acque pulite dopo la tempesta, parametri fuori norma solo alle foci di Uso e Marano

RiminiToday è in caricamento