rotate-mobile
Mercoledì, 30 Novembre 2022
Cronaca

Dopo Bucarest e Teheran, il Fellini vuole nuove destinazioni. "Con Wizz Air dialogo avviato. Torna Neos"

In attesa del bilancio sull'estate, l'ad di Airiminum Leonardo Corbucci guarda al futuro: "Con Wizz Air si punta a consolidare il rapporto con nuove rotte". Tornano i voli Neos con destinazione Rodi e Marsa Alam

“Con Wizz Air c’è un rapporto che si sta consolidando” e ora la scommessa maggiore dell’aeroporto Federico Fellini di Rimini-San Marino “è quella di far capire che lo scalo romagnolo non è solo una destinazione estiva, ma può diventare un punto di riferimento per tutto l’anno”. Parole dell’amministratore delegato di Airiminum Leonardo Corbucci che in attesa dei bilanci sull’estate 2022 è già orientato al futuro. Il manager fa il punto della situazione e spiega come il 2023 porterà novità su diversi fronti, a partire dai rapporti in corso con la compagnia low cost Wizzair. “La prima novità è che dal 29 settembre parte un volo di linea per Bucarest e questo resterà in funzione, come quello per Tirana, anche nei mesi invernali. Ma con Wizz Air c’è un dialogo che si sta infittendo e a partire da marzo 2023 ci saranno nuove destinazioni collegate con Rimini. Se non fosse stato per lo scoppio della guerra, Wizzair avrebbe già collegato con voli di linea San Pietroburgo e Leopoli. Ma sappiamo tutti cosa è capitato”.

A partire dallo scorso venerdì ha fatto esordio sulle piste del Fellini il volo per Teheran. Un primo volo è partito dalla capitale dell’Iran per atterrare a Rimini e fare ritorno. “Su questa partita ci sono dei tour operator impegnati per il riempimento del volo, aspetto che ci lascia ben sperare per consolidare la rotta”, specifica il manager. Sulla pista riminese tornerà anche a fare capolino la Neos, per i viaggi turistici ma i biglietti sono acquistabili anche liberamente attraverso il portale della compagnia, con destinazioni nelle prossime settimane verso Rodi in Grecia e verso l’Egitto con interessata la località di Marsa Alam.

Per quanto riguarda il rapporto con Ryanair ci sarà invece l’interruzione invernale. “Su questo punto dobbiamo essere noi bravi a far capire che Rimini non è solamente una località summer, ma per il momento su questo punto con Ryanair tutto resta invariato come nel passato. Si ripartirà con la programmazione estiva 2023”. Lo scalo nel frattempo proseguirà a essere oggetto di interventi di restyling: “Si procederà con un cronoprogramma lungo quattro anni – fa il punto l’Ad Leonardo Corbucci -, ma non è mai prevista la chiusura totale della pista come è avvenuto quest’anno. Si procederà soprattutto con migliorie alle infrastrutture del terminal e la posa di un importante impianto fotovoltaico”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo Bucarest e Teheran, il Fellini vuole nuove destinazioni. "Con Wizz Air dialogo avviato. Torna Neos"

RiminiToday è in caricamento