rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Cronaca

L'aeroporto Fellini base Ryanair, c'è l'accordo fino al 2028. "La partnership vale 2 milioni di biglietti"

Alla Bit di Milano la presentazione della partnership strategica tra aeroporto e compagnia low cost. "Un progetto ambizioso che punta a mettere in vendita circa 2 milioni di posti"

Due milioni di posti a sedere. Dal 2023 al 2028. Con obiettivo di crescita di anno in anno. E’ quanto prevede la partnership tra Aeroporto Fellini di Rimini e Ryanair comunicata nella giornata di lunedì (13 febbraio) alla Bit, la borsa internazionale del turismo, di Milano. Subito i dati nudi e crudi: nella nuova stagione (2023/2024) aeroporto e compagnia aerea si pongono l’obiettivo di vendere 300 mila biglietti. Che per il prossimo anno dovranno salire a 346 mila. Poi per gli anni successivi: 400 mila nel 2025/2026, 442 mila nel 2026/2027 e 471 mila nel 2027/2028. Totale complessivo: 1,9 milioni di sedie sui vettori aerei.

L'ACCORDO - "Più biglietti e voli, ecco dove vi portiamo con tariffe da 29,99 euro"

Una crescita nel tempo

Grazie all’azione congiunta della società di gestione dell’aeroporto, della Regione Emilia Romagna, dell’Apt e del Comune di Rimini nei prossimi anni si assisterà ad un importante incremento dei collegamenti volti a favorire la crescita dei flussi turistici internazionali per l’intero territorio romagnolo e la raggiungibilità della Romagna anche per il traffico business. L’obiettivo strategico, nei 5 anni, è di riuscire a realizzare le condizioni per implementare una base Ryanair a Rimini. L’annuncio viene dato in una giornata speciale, nel contesto della Bit: perché il 13 febbraio, di 25 anni fa, iniziavano i primi rapporti tra il Fellini e la compagnia aerea low cost. Un legame che ora vuole crescere: con il 13% di posti in più rispetto all’Estate 2022, supportando oltre 140 posti di lavoro locali, Ryanair continua a offrire più traffico, più crescita e tariffe più basse rispetto a qualsiasi altra compagnia aerea in Italia.

“Operazioni efficienti e tariffe aeroportuali competitive costituiscono la base da cui Ryanair può garantire una crescita del traffico a lungo termine ed una maggiore connettività - fanno sapere i vertici del Fellini alla Bit -. Abbiamo lavorato a stretto contatto con i nostri partner dell'aeroporto di Rimini per garantire questa crescita e migliorare i servizi per coloro che vivono, lavorano o desiderano visitare l'Emilia-Romagna”.

Corbucci: “Ryanair crede nel Fellini”

Secondo l’amministratore delegato di Airiminum Leonardo Corbucci la collaborazione potrà ulteriormente crescere a aumentare le destinazioni. “Il rinnovo di tale importante partnership sarà la base di un ambizioso progetto di sviluppo dei collegamenti aerei del Fellini che conferma la volontà della principale compagnia europea e italiana di investire su Rimini. Grazie all’azione congiunta della società di gestione dell’aeroporto, della Regione Emilia Romagna, dell’Apt, del Comune di Rimini e dei Comuni della Riviera, Romagnola nei prossimi anni nei prossimi anni saranno messi in vendita da Ryanair circa 2 milioni di biglietti proprio per a favorire la crescita dei flussi turistici internazionali nell’intero territorio romagnolo e la sua raggiungibilità anche per il traffico business”.

L’assessore regionale

Andrea Corsini, Assessore regionale a mobilità e trasporti, infrastrutture, turismo e commercio della Regione Emilia Romagna, ha aggiunto: “Puntiamo da sempre all’internazionalizzazione della nostra offerta turistica, una “partita” in cui l’Alta Velocità e i collegamenti aerei giocano un ruolo fondamentale. L’accordo pluriennale tra Ryanair e il Fellini, “porta d’ingresso” alla vacanza in Romagna, ma non solo, è un importante tassello del posizionamento della nostra proposta turistica sullo scenario globale”.


Airiminum_BIT - Versione 3_page-0002

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'aeroporto Fellini base Ryanair, c'è l'accordo fino al 2028. "La partnership vale 2 milioni di biglietti"

RiminiToday è in caricamento