Aeroporto "Fellini" chiuso fino a Pasqua, i timori dell'onorevole Sarti

Giulia Sarti (M5S): "Il periodo di chiusura si sta dilatando in maniera disarmante e nessuno sembra preoccuparsi degli effetti collaterali"

Nubi temporalesche sul "Federico Fellini", nonostante le promesse da parte di AirRiminum di riaprire lo scalo aeroportuale entro la fine dell'anno in corso, sembra sempre più possibile che la data possa slittare fino alla prossima primavera. A far scattare l'allarme è la stessa società di gestione che ha inviato una lettera ad Enac paventando l'ipotesi di dover aspettare almeno fino a Pasqua per l'operatività. I nuovi problemi sono legati alla strumentazione dello scalo: alcuni apparecchi sono da sostituire, altri richiedono interventi di manutenzione e riparazione, altri ancora devono superare dei collaudi. I vertici di AirRiminum si sono detti perplessi su come l'aeroporto abbia potuto funzionare a pieno regime, in queste condizioni, fino al 31 ottobre. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"In relazione a quanto apprendo oggi dalla cronaca riminese - ha commentato Giulia Sarti, parlamentare del Movimento 5 Stelle devo dire che si stanno realizzando le preoccupazioni dei cittadini di cui mi sono fatta portavoce in questi mesi. Il periodo di chiusura si sta dilatando in maniera disarmante e nessuno sembra preoccuparsi degli effetti collaterali, men che meno chi di quell'aeroporto vorrebbe fare il suo business. Quello che ci è stato mostrato nell'incontro con Leonardo Corbucci all'inizio di novembre per tranquillizzare le istituzioni e i portatori di interessi cos'era? Un piano industriale, un business plan o più semplicemente una bella dichiarazione di intenti? Quello che proprio non vorrei che fosse è un’astuta commedia fatta per guadagnare tempo in un’operazione finanziaria un po’ troppo spregiudicata, considerato che in palio c’è l’economia di un territorio. I dubbi sono tanti, compresa la curiosità di capire come è stato calcolato il milione e mezzo di passeggeri se non sanno nemmeno quando e se riusciranno ad aprire. Mi sento di invitare ancora Enac e il Ministro Lupi a prevedere la nomina di un commissario ad acta per tappare questo buco temporale. Nell’attesa che Ambromobiliare riesca a vendersi i risultati delle sue abili operazioni finanziarie, i voli  potrebbero essere sottratti da scali più affidabili".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Il romagnolo ex fidanzato di Belen torna in tv tra i corteggiatori di "Uomini e Donne"

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento