Cronaca

Aeroporto, voli pieni all'80%. Ma senza turismo russo strada in salita. "Al lavoro per nuove destinazioni"

Il mese di maggio fa registrare buoni indici di riempimento degli aerei da Ungheria, Polonia, Lituania e Albania. L'ad Leonardo Corbucci: "Puntiamo a tre nuove mete extra Unione Europea"

Si sta per chiudere un mese di maggio con indice di riempimento dei voli aerei in partenza e arrivo al Fellini di Rimini che si assesta attorno all’80%. Il dato positivo non va di certo però a colmare la voragine dettata dal conflitto in Ucraina, con il turismo russo azzerato. Una mancanza che non verrà colmata lungo l’arco dell’intera stagione estiva. I voli in arrivo da Ungheria, Polonia, Lituania e Albania stanno comunque offrendo dei dati positivi. Come spiega l’amministratore delegato di Airiminum Leonardo Corbucci: “Durante il periodo del Coronavirus ci si interrogava su come sarebbe cambiato il turismo nel dopo pandemia, invece ci stiamo ritrovando con degli standard simili al 2019. Se da un lato è positivo, dall’altro questo ci provoca ancora più rammarico: perché senza il conflitto in Ucraina quasi sicuramente si sarebbe tornati a uno scenario simile se non perfino migliore rispetto al pre-covid”.

I voli cancellati da Russia e Ucraina provocheranno per il 2022 una flessione di impatto negli arrivi rispetto a quelle che erano state le previsioni solamente di inizio anno. Il mercato russo, con turisti tutti in arrivo in aereo, era il numero uno. Quello di riferimento. “Punteremo tuttavia ad allargare gli orizzonti e già nelle prossime settimane confidiamo nell’arrivo di due nuove compagnie aeree – spiega Corbucci -, che ci dovrebbero garantire tre nuove mete extra Unione Europea. E’ una trattativa serrata che confidiamo di chiudere a breve”.

Per intanto il Fellini vede la partenza da questa settimana dei voli per il Lussemburgo, operati da Luxair. A giugno alle destinazioni già attive, si aggiungeranno Londra e Vienna, due linee su cui il Fellini si augura di fare il pieno. “Grande soddisfazione a livello di presenze le sta garantendo il volo in arrivo da Tirana, operato da WizzAir, non è da escludere che in futuro un po’ come avvenuto per Budapest ci possa essere un incremento delle frequenze”, conclude l’Ad Leonardo Corbucci.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporto, voli pieni all'80%. Ma senza turismo russo strada in salita. "Al lavoro per nuove destinazioni"
RiminiToday è in caricamento