Sospetto caso di malaria, ricoverata nel reparto Infettivi dell'ospedale di Rimini

La donna, in stato interessante, è di origini africane ed era appena rientrata in Italia dal suo Paese di origine

Nella notte tra sabato e domenica è stata ricoverata, nel reparto Infettivi dell'Infermi di Rimini, una donna affetta da sintomi sospetti che potrebbero essere riconducibili alla malaria. La signora, di origini africane e residente nel forlivese, si era presentata al pronto soccorso del "Morgagni-Pierantoni" e, dopo una prima visita, trasferita nel nosocomio riminese anche a causa del suo stato di gravidanza. La donna, 39enne, secondo quanto emerso era appena rientrata da un viaggio nel suo Paese di origine e, una volta arrivata in Italia, ha presentato i primi sintomi della malattia. Sottoposta alle cure del caso, le sue condizioni non sarebbero gravi ma, come da protocollo, è stata informata l'Igiene Pubblica per un'eventuale indagine epidemiologica. Dall'Ausl precisano che la trasmissione della malaria non avviene attraverso contatti da persona a persona, ma solo tramite puntura di zanzara del genere anophele, non presente in Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento