menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il giudice ci ripensa: Samantha e il suo bimbo restano a San Patrignano

La Comunità di San Patrignano "si stringe a Samantha e al suo splendido piccolo, ringraziando innanzitutto i giudici che hanno saputo ascoltare col cuore e il suo e il nostro appello

Il Tribunale dei Minori di Firenze  “sospende l’esecuzione dell’ordinanza del 3 aprile (che revocava l’affidamento di B. (le sue iniziali, ndr) alla madre e alla comunità di San Patrignano) e lo colloca provvisoriamente nella stessa, prescrivendo alla madre Samantha di continuare il percorso di recupero dalla tossicodipendenza intrapreso nella predetta comunità”. Queste parole concludono la nuova ordinanza (10 pagine) emessa mercoledì dallo stesso tribunale, mettendo la parola fine all’incresciosa vicenda del bambino e della madre Samantha, denunciata da San Patrignano sui mezzi d’informazione.

La Comunità "si stringe a Samantha e al suo splendido piccolo, ringraziando innanzitutto i giudici che hanno saputo ascoltare col cuore e il suo e il nostro appello e saputo comprendere l’importanza e il significato del percorso che la mamma, accanto a B., ha intrapreso per uscire definitivamente dalla droga". San Patrignano "ringrazia anche tutti gli amici, le associazioni, i mezzi d’informazione che in questi giorni hanno dato valore a questa dolorosa storia, aiutandoci a chiarirne il significato presso l’opinione pubblica e affiancandosi, in alcuni casi commossi, in questa battaglia di vita. San Patrignano "si impegnerà al massimo per il futuro di Samantha e del suo piccolo, per aiutarli a ricostruire la propria vita".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Zuppa inglese: origini, 2 ricette e varianti golose

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento