menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Agenti e rappresentanti di commercio: "Nessun ristoro e sostegno. Una categoria dimenticata"

Il presidente Fnaarc: "Nessun governo ha trovato il tempo di firmare il provvedimento per sbloccare la possibilità concordata da Enasarco di poter richiedere un anticipo del nostro Tfr"

Gli agenti e i rappresentanti di commercio lancio un grido d'aiuto. "Nessun sostegno, nessun ristoro – dice il presidente di Fnaarc della provincia di Rimini, Andrea Carichini - e nessun Decreto che si sia occupato dei problemi di chi ha visto il proprio lavoro rimanere bloccato o fortemente penalizzato dalle restrizioni dovute alla pandemia. Agenti e Rappresentanti di commercio sono uno dei principali motori per le piccole e medie imprese italiane: penalizzare la categoria vuol dire rallentare lo sviluppo economico della nazione. Fino all’ultimo Decreto in cui il governo si è basato sui Codici Ateco per distribuire i sostegni a fondo perduto gli agenti di commercio non sono stati considerati, rimanendo fuori da ogni tipo di aiuto economico pur potendo dimostrare ingenti cali di fatturato. Ora aspettiamo con ansia l’annunciato Decreto Sostegni del nuovo governo Draghi: speriamo davvero che si possa superare questa dinamica dei Codici Ateco è che valga invece come unico requisito il reale calo del fatturato".

Prosegue Carichini: "Come Fnaarc, Federazione Nazionale Associazioni Agenti e Rappresentanti di Commercio, chiediamo però di fare in fretta, anche perché è passato un anno dall’inizio della pandemia e nonostante gli sforzi la nostra categoria non hanno ottenuto un euro di indennizzo. Non parlo solamente dei sostegni dello Stato, ma anche di quelli che potevano arrivare con i nostri soldi. Enasarco, la fondazione che gestisce i fondi pensione della categoria, ha infatti deliberato già da mesi la possibilità per gli associati di accedere ad una parte del loro Firr (una sorta di Tfr della categoria) per dare la possibilità agli iscritti di richiederne un anticipo. Purtroppo né il governo Conte, né per ora il governo Draghi, nonostante le numerose rassicurazioni da parte dei ministri competenti, hanno firmato il provvedimento che darebbe il via a questa operazione. Una cosa inaccettabile, un’ingiustizia contro la quale continueremo a batterci in ogni sede. Intanto però non rimaniamo con le mani in mano: in questi mesi nonostante le difficoltà lavorative abbiamo continuato a puntare sulla formazione, con un percorso di webinar periodici dedicati agli agenti". 

E, nel nuovo webinar, in programma venerdì alle ore 13:30, si parlerà di trasferimento del mandato con l’avvocato di Fnaarc, Agostino Petriello: u"n relatore d’eccezione per un argomento molto importante per la categoria, nel quale verranno date informazioni dirette e concrete. Ci si può iscrivere al webinar gratuito inviando una mail all’indirizzo: fnaarc@ascomrimini.it ".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Alla scoperta dei luoghi della fede: il viaggio è anche online

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento