Mercoledì, 19 Maggio 2021
Cronaca

Aggredisce l'equipaggio del 118: "Non siete arrivati in fretta, vi taglio la gola"

I sanitari costretti a chiudersi in una stanza dell'appartamento e a chiedere aiuto ai carabinieri

Soccorso da incubo per un equipaggio del 118 che, intervenuto in un'abitazione per un ragazzo colto da un malore, sono stati aggrediti e minacciati dall'amico del paziente tanto da dover chiedere l'aiuto dei carabinieri. Nella notte tra mercoledì e giovedì era partita la richiesta di aiuto da una casa di Santa Giustina da dove un 30enne aveva chiesto soccorso. Arrivati sul posto a sirene spiegate, i sanitari sono stati immeditamente aggrediti verbalmente dal richiedente che, a suo dire, lamentava il fatto di aver atteso troppo l'intervento. In un primo momento il personale di Romagna Soccorso ha ignorato le minacce, preoccupandosi solo del ragazzo che stava male pare per l'abuso di qualche sostanza, ma la situazione è presto precipitata. Il 30enne che aveva chiesto l'intervento è improvvisamente passato dalle parole ai fatti aggredendo fisicamente i sanitari che, spaventati, hanno avuto appena il tempo di barricarsi nella camera del paziente e chiedere l'intervento dei carabinieri mentre l'aggressore continuava a tempestare di calci e pugni la porta chiusa.

Solo l'intervento di una pattuglia dell'Arma ha riportato la calma consentendo al personale del 118 di portare al pronto soccorso il giovane colto dal malore e di essere a loro volta visitati dal medico per le lesioni riportate durante l'aggressione. I sanitari sono stati poi dimessi con una prognosi di 5 giorni a testa mentre il ragazzo colto da malore sarebbe risultato positivo agli esami tossicologici. L'aggressore, invece, adesso rischia una denuncia per lesioni interruzione di pubblico servizio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggredisce l'equipaggio del 118: "Non siete arrivati in fretta, vi taglio la gola"

RiminiToday è in caricamento