Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

Aggredita all'uscita dal lavoro, commessa riesce a sventare la rapina

Le urla della ragazza hanno messo in allarme gli altri dipendenti che hanno fatto intervenire i carabinieri

Il suo sangue freddo e la sua prontezza sono stati fondamentali per sventare il tentativo di rapina da parte di due malviventi che, alla fine, sono stati arrestati dai carabinieri. La vittima, una commessa di un negozio di alimentari di Morciano, nella serata di martedì aveva finito di lavorare e verso le 20.30 è uscita dall'attività per tornare a casa. Mentre stava per salire a bordo della propria vettura, la commessa è stata affrontata da due malviventi col volto coperto dalle mascherine che simulando il possesso di una pistola l'hanno minacciata per farsi consegnare la borsetta. Per nulla intimidita, la ragazza ha iniziato ad urlare chiedendo aiuto spiazzando i rapinatori e mettendo in allarme gli altri dipendenti del negozio che hanno chiamato i carabinieri. La pattuglia dell'Arma è accorsa immediatamente sul posto e i militari, dopo aver raccolto le descrizioni dei malvvienti, sono partiti alla loro caccia.

Un rapido setacciamento del paese ha permesso ai carabinieri di individuare, poco lontano dal negozio, i due sospetti che sono stati bloccati e portati in caserma. Ad essere fermati sono stati un italoalbanese 20enne, residente a Cattolica e già noto alle forze dell'ordine, e un romeno 23enne di San Clemente. Ad inchiodare i due rapinatori le immagini delle telecamere di videosorveglianza, che avevano ripreso il tentativo di rapina, nonostante il goffo tentativo dei malviventi di scambiarsi le magliette per confondere la vittima. Entrambi sono stati quindi denunciati a piede libero per il tentativo di rapina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggredita all'uscita dal lavoro, commessa riesce a sventare la rapina

RiminiToday è in caricamento