Martedì, 3 Agosto 2021
Cronaca

Aggredita e violentata nella colonia abbandonata, condannato lo stupratore

La vittima era stata attirata tra le mura diroccate, riconosciuto colpevole un algerino 42enne clandestino in Italia

E' stato riconosciuto colpevole di violenza sessuale, e condannato a una pena di 8 anni e 6 mesi, l'algerino 42enne clandestino in Italia che lo scorso aprile aggredì e stuprò una donna tra le mura diroccate dell'ex colonia Murri a Marebello. Nella notte tra il 13 e il 14, secondo quanto emerso, il nordafricano e la vittima, una 48enne, si erano incontrati nei pressi della ex colonia Murri in viale regina Margherita. Entrambi sotto l'effetto dell'alcol, a un certo punto il 42enne aveva cercato di convincere la donna a seguirlo tra le stanze diroccate per passare insieme la notte. Al rifiuto di lei, l'algerino l'ha aggredita ferocemente trascinandola nella colonia abbandonata e cercando di violentarla. La 48enne, tuttavia, era riuscita a fuggire e, una volta in strada, aveva chiamato aiuto facendo accorrere sul posto una pattuglia dei carabinieri e l'ambulanza del 118. Capito cosa era successo, i militari dell'Arma avevano setacciato i ruderi della struttura individuando e arrestando il nordafricano con l'accusa di violenza sessuale. La donna, invece, era stata trasportata al pronto soccorso dell'Infermi dove, i medici, le avevano riscontrato lesioni giudicate guaribili in 21 giorni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggredita e violentata nella colonia abbandonata, condannato lo stupratore

RiminiToday è in caricamento