menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Marocchino pestato da naziskin, c'è l'aggravante razziale

C'è l'aggravante razziale per la rissa avvenuta lo scorso 18 luglio davanti al “Rose and Crown” di Rimini. La lite, degenerata nel pestaggio di un marocchino, ha visto coinvolti nove naziskin pesaresi

C'è l'aggravante razziale per la rissa avvenuta lo scorso 18 luglio davanti al “Rose and Crown” di Rimini. La lite, degenerata nel pestaggio di un marocchino, ha visto coinvolti nove naziskin pesaresi tra i 20 ed i 30 anni. La vittima, subito aver subìto l'aggressione, aveva riferito alla Polizia di esser stato picchiato per una futile discussione scoppiata nel bagno del locale per una questione di precedenza. Le indagini della Digos nel frattempo sono andate avanti.

INSULTI - Secondo quanto emerso da alcune testimonianze, l'extracomunitario sarebbe stato insultato dai naziskin mentre si trovava a terra dolorante, senza capire cosa gli stessero dicendo in quel momento. A quanto pare i giovani pesaresi avrebbero insultato anche alcuni presenti, tra cui un giovane italiano solo perchè era molto abbronzato. Subito dopo l'aggressione sono stati identificati solo due dei nove pesaresi, due fratelli gemelli di 23 anni. Ora ne sono stati identificati altri quattro.


LE ACCUSE - Tutti dovranno rispondere dell'accusa di violenza, lesioni e rissa. Cinque hanno precedenti specifici per stessi precedenti, mentre solo uno di loro è incensurato. Ai due gemelli è stata contestata anche l'accusa di porto di oggetti atti ad offendere perchè nella loro auto erano stati trovati due tirapugni e due coltelli a serramanico. Rimini è spesso meta del movimento naziskin ed è monitorato da tempo dalle forze dell'ordine.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento