menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aggressioni, minacce e lesioni: in poche ore 2 arresti per stalking

Un operaio 41enne di Bellaria è stato arrestato per stalking in esecuzione ad un decreto di custodia cautelare in carcere emesso dal gip di Rimini. Nei guai anche un 49enne di Policoro

Un operaio 41enne di Bellaria è stato arrestato per stalking in esecuzione ad un decreto di custodia cautelare in carcere emesso dal gip di Rimini. Nei suoi confronti, una mirata attività d’indagine condotta dall’Arma di Bellaria Igea Marina, aveva consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza in ordine ad una serie di condotte violente e persecutorie poste in essere nei confronti di un suo conoscente, un pensionato 65enne, frutto di una controversia civilistica sorta in seguito alla compravendita di un appartamento.

Lo scorso anno aveva cominciato minacciando la vittima reiteratamente, anche di morte, sia con numerose telefonate e sia con frasi minatorie pronunciate al suo domicilio dove si era presentato in compagnia di un energumeno del posto, già noto alle forze dell'ordine, per intimorirlo. La scorsa primavera lo aveva aggredito colpendolo ripetutamente con calci e pugni, anche al volto, riducendolo in uno stato di semi incoscienza, fermandosi solo per il fortuito intervento di un occasionale ciclista, provocandogli gravi lesioni al torace.

A seguito dell’aggressione aveva continuato a perseguitarlo, transitando continuamente a piedi o alla guida della sua auto, davanti la sua abitazione ed innanzi ai luoghi che frequentava, ingenerando così nella vittima un perdurante e grave stato d’ansia e di paura, per se stesso ed i propri congiunti, fino a costringerlo a cambiare le sue abitudini di vita.

Un 49enne di Policoro, in provincia di Matera, è finito in manette in esecuzione ad un'ordine di carcerazione firmato dal giudici. Nei suoi confronti, l’attività investigativa dell’Arma ha consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza in merito a dei suoi continui comportamenti vessatori e violenti, con torture fisiche, minacce di morte, percosse e lesioni, ai danni della convivente, una 31enne di Policoro, fino a costringerla ad ammettere, registrando anche dei video, inesistenti relazioni extraconiugali, con pesanti umiliazioni, nonché impedendole di uscire di casa da sola. Entrambi gli arrestati si trovano al carcere dei Casetti di Rimini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Odore di fumo in casa, 5 trucchi per eliminarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento