Agli arresti domiciliari ma era tranquillamente a passeggio in città

Sottoposto al regime restrittivo per il reato di turbativa della vita privata, l'uomo è stato pizzicato dai carabinieri a Misano Adriatico

Verso le 3 di venerdì una pattuglia dei carabinieri di Misano Adriatico, durante un normale controllo, hanno notato un uomo che passeggiava nei pressi del municipio. Insospettiti per l'ora tarda, i militari dell'Arma hanno fermato il pedone per un controllo e, dai riscontri con il database delle forze dell'ordine, è emerso che si trattava di un 50enne campano il quale sarebbe dovuto essere agli arresti domiciliari per il reato di turbativa della vita privata. Portato in caserma, è stato arrestato per evasione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quattro bambini piccoli lasciati soli in casa, intervengono vigili del fuoco e polizia

  • Assembramenti e norme anti-Covid, imposta la chiusura di 5 giorni alla discoteca

  • Overdose sulla pista da ballo, scatta la chiusura per il Classic Club

  • Notte Rosa, il Samsara anticipa la chiusura per evitare assembramenti: "Non possiamo permetterci multe"

  • Raid vandalico in spiaggia, stabilimento balneare completamente devastato

  • Il weekend si tinge di Rosa con un mare di concerti, spettacoli, degustazioni e cabaret

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento