Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Agricoltura in crisi: tutti assieme contro la cimice asiatica

Gli agricoltori si mobilitano, Carlo Carli (Confagricoltura): “Sistema agroalimentare fondamentale per il futuro”

L’anno che si è appena concluso ha dimostrato alcuni limiti oggettivi dell’agricoltura. A partire dalle emergenze legate al clima, fino ad arrivare alla cimice asiatica, che ha messo in seria difficoltà anche gli agricoltori del territorio. Per questo, anche Confagricoltura di Forlì-Cesena e di Rimini aderisce alla manifestazione indetta a Ferrara giovedì 30 gennaio, nel corso della quale gli agricoltori del nord Italia chiederanno al governo una nuova governance per il settore. L’iniziativa è promossa da Agrinsieme Ferrara e ha trovato l’adesione delle organizzazioni agricole Cia, Confagricoltura, Copagri e Alleanza delle cooperative italiane delle altre province dell’Emilia-Romagna. Parteciperanno delegazioni provenienti da Emilia-Romagna, Piemonte, Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia e Lombardia.

“La cimice asiatica – spiega Carlo Carli, Presidente di Confagricoltura di Forlì-Cesena e di Rimini – ha mostrato ancora una volta la fragilità di un settore, quello dell’agricoltura che nel 2019 è stato messo in crisi più volte. Per questo cerchiamo nuova attenzione su temi che devono interessare tutti, come i parassiti esotici, a cominciare dalla cimice asiatica, ma anche il cambio climatico in atto. Mi preme ribadire il valore strategico del sistema agroalimentare, sia per il nostro territorio, che per l’intera nazione. Per questo mi aspetto che gli amministratori pubblici, a tutti i livelli, prestino maggior attenzione all’agricoltura”. Da Rimini, Cesena e Forlì partiranno autobus per la manifestazione del 30 gennaio indetta a Ferrara. “Da lì – ribadisce Carli – ancora una volta faremo sentire forte la nostra voce su questi temi fondamentali per il futuro di tutti noi”.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agricoltura in crisi: tutti assieme contro la cimice asiatica

RiminiToday è in caricamento