Ai riminesi Sonnoli e Colucci il XXV Compasso d’Oro ADI

Originari di altre città hanno entrambi scelto Rimini, dove hanno famiglia, per vivere e fondare i rispettivi studi professionali

Nella cornice del Castello Sforzesco di Milano si è svolta ieri sera la cerimonia di premiazione del XXV Compasso d’Oro, il più prestigioso premio del design italiano che seleziona l’eccellenza del Made in Italy. Nel 2018 sono stati ben 283 i prodotti sottoposti alla giuria internazionale del Premio e solo 16 quelli premiati, tra cui appunto il volume “Matera Cityscape”, il progetto editoriale frutto di un importante lavoro di indagine fotografica sulla città lucana nell’anno che precede la sua elezione a Capitale Europea della Cultura, già selezionato dal Type Director’s Club di Tokyo per l’Annual Design Book. Autori l’architetto-fotografo Nico Colucci e il graphic designer Leonardo Sonnoli che ha al suo attivo un altro Premio Compasso d’Oro vinto nel 2011 e due Menzioni d’Onore. Originari di altre città - Colucci proprio di Matera e Sonnoli di Trieste - hanno entrambi scelto Rimini, dove hanno famiglia, per vivere e fondare i rispettivi studi professionali. Matera Cityscape entrerà a far parte della Collezione storica del Compasso d’Oro, arricchendo come ad ogni edizione del Premio un patrimonio di cultura di riconosciuto interesse nazionale. Fino al 26 giugno sarà esposto presso il Cortile della Rocchetta all’interno del Castello Sforzesco.

"Un premio al talento, capace di esprimersi attraverso le immagini, le linee, le luci - ha commentato il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi, nel fare i complimenti ai designer. - Due riminesi d’adozione portano alto il nome della città raccogliendo il più importante premio assegnato nel mondo del design, campo che rappresenta una delle massime espressioni dell’eccellenza made in Italy nel mondo. L’assegnazione del Compasso d’oro a “Matera Cityscape”, il progetto editoriale curato dall’architetto fotografo Nico Colucci e dal graphic designer Leonardo Sonnoli ci rende orgogliosi, perché simboleggia la creatività di una terra che trasforma la conoscenza in arte, capace di guardare alle radici proiettandosi nella contemporaneità. Sonnoli e Colucci sono accomunati oltre che da uno straordinario talento dal fatto di aver scelto Rimini per sviluppare le proprie vocazioni e dare sfogo al loro genio artistico. Hanno scelto la nostra città per consolidare il proprio percorso lavorativo ed espressivo, ritagliandosi uno spazio nel panorama non solo italiano, ma internazionale. Per Sonnoli poi, con cui ci lega una lunga collaborazione, il premio di quest’anno è una conferma, dopo il Compasso d’oro già ricevuto nel 2011. A Sonnoli e Colucci quindi vanno i miei complimenti e un ringraziamento per essere ambasciatori della visione, del talento e delle capacità della nostra terra".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • "Armato di pistola in piazza Ferrari", Pecci lancia l'allarme sulla sicurezza

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento