menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al G20 delle spiagge firmato il protocollo d’intesa tra i Comuni balneari ed Enit. Anche Riccione presente al summit

L’evento si concluderà venerdì con alcuni dei più importanti player turistici del Paese per confrontarsi su tematiche di grande attualità

Continuano i lavori del G20s delle Spiagge Italiane, il summit delle principali località balneari che insieme accolgono più di 70 milioni di turisti, organizzato quest’anno dal Comune di Castiglione della Pescaia (Grosseto) in collaborazione con Toscana Promozione Turistica e Regione Toscana. L’evento si concluderà venerdì con alcuni dei più importanti player turistici del Paese per confrontarsi su tematiche di grande attualità come la sostenibilità ambientale, l’accessibilità, e la competitività delle nostre spiagge, continuando dunque il lavoro iniziato l’anno scorso a Bibione (Venezia). 

Per il Comune di Riccione, che fin da subito ha aderito al G20s, hanno preso parte ai lavori dei tavoli tecnici e alla firma del protocollo d’intesa, il sindaco Renata Tosi, gli assessori Luigi Santi e Andrea Dionigi Palazzi. L’evento di punta della giornata d’apertura del G20s è stato la firma del protocollo d’intesa con l’Enit che prevede la creazione di un tavolo permanente per lo sviluppo di una serie di attività coordinate e con cadenza sistematica per il settore turistico e ambientale. Con il protocollo prende infatti avvio una collaborazione concreta con Enit che andrà ad affrontare diverse tematiche, dalle politiche nazionali e regionali in materia turistica, alla sicurezza, il commercio e la fiscalità locale.

Il protocollo rappresenta il primo risultato concreto di un movimento nato dal basso che punta a creare una pressione positiva sulle Istituzioni per migliorare e rendere ancora più competitivo il comparto turistico. Erosione della costa, qualità delle acque, gestione del demanio, sicurezza e fiscalità locale sono stati i tavoli ai quali gli amministratori comunali di Riccione hanno portato esperienza e metodologie in campo, con la cognizione di elaborare strategie condivise, assieme ai tutte le località balneari del G20s che ogni anno accolgono oltre 70 milioni di turisti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Alla scoperta dei luoghi della fede: il viaggio è anche online

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento