La magia del Circo per festeggiare l'arrivo dello chef numero 1 al mondo Massimo Bottura

Rimini ha festeggiato Mr Chef appena arrivato dalla Spagna dove la sua Osteria Francescana è stata incoronata al primo posto

La magia del circo ha accolto l’arrivo a Rimini di Massimo Bottura, direttamente dal podio di Bilbao. Un benvenuto e una metafora: nel circo come in cucina. “Come un equilibrista si muove leggero sul filo, pesa ogni passo eppure vola, ogni piatto di uno chef è ricerca di equilibrio: è correre senza affannarsi, come un acrobata”. Così Rimini ha festeggiato Mr Chef appena arrivato dalla Spagna dove la sua Osteria Francescana è stata incoronata al primo posto (per la seconda volta in tre anni) nella classifica 2018 del “World’s 50 Best Restaurant”.

Ad attenderlo, insieme al sindaco Andrea Gnassi, al presidente della Regionale Bonaccini e agli assessori regionali Corsini, Caselli e Petitti - erano tanti gli ammiratori e i curiosi con indosso la t-shirt che immortalava il momento della premiazione di Bilbao per rendere omaggio allo chef ambasciatore dell’Italia nel mondo. I festeggiamenti sono iniziati con un suggestivo spettacolo di musica, giocoleria ed equilibrismo, realizzato dalla compagnia del Cirque Bidon (presente a Rimini con il suo spettacolo fino al 1 luglio al Parco Marecchia) e sono stati coronati dalla consegna di un’edizione speciale del libro dei sogni di Fellini.

“E’ ancora importante sentire le farfalle nello stomaco e avere un sogno da raggiungere” - ha preso così la parola Massimo Bottura che dopo aver ringraziato i ‘suoi ragazzi’ ha dato un annuncio a sorpresa: “Stiamo lavorando assieme a Gnassi per portare Al MéNY a New York”. “Tutto si immagina - ha detto Gnassi - e tornare sul tetto del mondo in questi tempi difficili significa evolversi, avere equilibrio, sognare, vuol dire sapersi muoversi su un filo di perle che è quello unico al mondo dei prodotti e dei produttori della nostra via Emilia”.

E con la festa per l’arrivo di Bottura fra la magia del circo e il sogno di Fellini si è aperta la quinta edizione di Al Méni, il circo dei sapori capace ogni anno di attirare migliaia di persone pronte a degustare i piatti unici 12 tra i migliori chef emergenti di tutto il mondo e altrettanti provenienti dall’Emilia Romagna. E sono tanti gli chef che figurano nella lista dei “50 best 2018” che sono passati ad Al Meni nelle precedenti edizioni: fra loro Virgilio Martinez (6°), il russo Vladimir Muhin (15), Zayu Hasegawa (17), James Lowe (38),  Bertand Grébaut (40), Christian Puglisi (71), David Jesus (75).

Il segno di una attenzione nella scelta del programma degli show cooking di Al Meni che ha saputo cogliere il talento degli astri nascenti della cucina internazionale. Insieme alle mani degli chef, nella due giorni dedicata al cibo in tutte le sue forme, ci sono contadini, vignaioli e artigiani. Fuori dal circo infatti trova spazio il mercato degli artigiani e dei prodotti di eccellenza fra percorsi del gusto, incontri con autori ed esperti, laboratori, percorsi col personal shopper, spazi dedicati al cibo di strada d’autore e ai gelati stellati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

Torna su
RiminiToday è in caricamento