menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Albanese clandestino in vacanza a Rimini. Incastrato dalle schede di notifica

Nonostante fosse illegale nel territorio italiano e già espulso una volta, il 32enne era venuto in vacanza e aveva scelto di alloggiare in un hotel di Miramare. Individuato dalla polizia e rimpatriato

A tradire un albanese 32enne, clandestino in Italia e già espulso dal territorio nazionale nel dicembre del 2012, sono state le schede elettroniche di notifica degli alloggiati nella provincia di Rimini che, collegate alla banca dati della Questura, hanno subito evidenziato il suo nome. Venerdì scorso, quindi, il personale della sezione Anticrimine della polizia di Stato è presentato nell'albergo di Miramare dove lo straniero aveva affittato una camera facendo scattare le manette.

Portato in Questura per ulteriori accertamenti è emerso che l'albanese, dopo essere stato rimpatriato, era tornato clandestinamente in Italia. Processato per direttissima, è stato condannato a 5 mesi e 10 giorni per poi essere messo agli arresti domiciliari nell'albergo in attesa che, venerdì 27 settembre, venga accompagnato alla frontiera aeroportuale di Rimini e rimandato in Albania.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento