Albergatore pretendeva la "paghetta" dalla mamma per acquistare la droga

L'uomo è stato rinviato a giudizio per maltrattamenti in famiglia ed estorsione nei confronti della madre

Un albergatore 45enne di Cattolica, è stato rinviato a giudizio per maltrattamenti in famiglia e estorsione ai danni della mamma. L’uomo nel 2017 fu denunciato da entrambi i genitori esasperati dal comportamento del figlio che dopo la separazione dalla moglie non era riuscito a vincere la dipendenza da stupefacenti. Le sue maniere si erano fatte via via più violente così come le richieste di denaro ai genitori con i quali lavorava in un hotel a Cattolica. Oggi, il 45enne, difeso dall’avvocato Salvatore Pisani, è stato rinviato a giudizio, che si terrà con rito abbreviato e condizionato all’audizione della mamma, il 20 febbraio prossimo. I genitori non si sono costituiti parte civile nel procedimento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cammina lungo la via Emilia e viene falciato da un'auto, pedone perde la vita

  • Mamma e figlia investite da un'auto sulla strada per andare a scuola

  • Rinaldini svela gli ingredienti della "Torta dei sogni", il dolce per Fellini offerto in piazza

  • Cinquantenne malata di un grave tumore salvata dai primari di Rimini e Forlì

  • Elezioni Regionali 2020 Emilia-Romagna, la guida: ecco come si vota, le liste e i nomi dei candidati

  • Incidente mortale sulla via Emilia, traffico nel caos

Torna su
RiminiToday è in caricamento