Allarme pallinari sui viali delle regine, decine di batterie di truffatori all'opera

Pronti a truffare gli ingenui turisti sulla passeggiata, i malviventi hanno già rapinato una donna di Brescia strappandole i soldi dalle mani

Una vera e propria invasione di pallinari, sui viali delle regine, con decine di batterie di truffatori pronti a mettere nel sacco gli sprovveduti turisti con uno dei giochi più vecchi del mondo. Armati di campanelle, tavolette di legno e simili in pochi minuti allestiscono un banchetto improvvisato sul marciapiedi e iniziano la commedia per gabbare i gonzi. Un trucco che, secondo le forze dell'ordine, riesce a far guadagnare ai truffatori anche 3mila euro in un paio di giorni. Il modus operandi è sempre lo stesso: oltre al vero e proprio pallinaro, il gruppo comprende anche tre o quattro figuranti che si spacciano per giocatori e invogliano i passanti a fare le loro scommesse. Poco lontano, invece, c'è un altro complice che ha il compito di vedetta nel caso, lungo la strada, facciano capolino le forze dell'ordine. Quando i figuranti non riescono a convincere i potenziali scommettitori a puntare, inoltre, non esitano a strappare letteralmente di mano i soldi ai turisti.

E' il caso di quanto successo nella mattinata di lunedì, verso le 10.30, quando una turista bresciana è stata rapinata da una batteria di romeni. La vittima, una giovane ragazza, stava passeggiando lungo viale regina Margherita quando, nei pressi dell'incrocio con via Gubbio, si è fermata per vedere cosa fosse il capanello di gente sul marciapiede. I figuranti, tutti romeni, hanno cercato di convincere la donna a puntare ma, quando si è rifiutata, è stata avvicinata da una complice dei truffatori che, in un italiano perfetto, ha chiesto alla giovane di cambiarle 100 euro in pezzi da 50 perchè voleva puntare. Ingenuamente, la turista ha preso dal portafoglio il contante ma, a questo punto, è arrivato alle sue spalle un altro complice che le ha strappato le banconote di mano ed è scappato. La giovane ha cercato di inseguirlo ma è stata bloccata dagli altri complici che l'hanno afferrata per un braccio e trattenuta.

Terrorizzata, la vittima è riuscita ad allontanarsi e a chiedere aiuto in un bar dove, i titolari, hanno allertato il 112 e fermato una pattuglia dell'Arma in servizio sul lungomare per l'abusivismo. I carabinieri, arrivati sul posto, hanno raccolto una descrizione dei due malviventi e sono partiti alla caccia dei rapinatori individuandoli, poco dopo, in una stradina laterale. A finire in manette sono stati un 27enne e un 37enne entrambi di nazionalità romena. Riconosciuti dalla turista, sono stati arrestati con l'accusa di rapina in concorso e portati in caserma a disposizione dell'autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Tremendo schianto in autostrada, un morto e un ferito in gravi condizioni

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Inizia la Lotteria degli scontrini: come ottenere il codice per vincere fino a 5 milioni di euro

  • Ristoranti aperti solo per i conviventi, Conte: "Chiediamo a tutti di rispettare le regole"

Torna su
RiminiToday è in caricamento