Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca Novafeltria

Allarme truffe agli anziani, scendono in campo i carabinieri di Novafeltria

Incontro con i residenti della Valmarecchia per metterli in guardia dai malviventi pronti a raggirarli

Nella serata del primo febbraio 2015, nei locali del Teatro Sociale di Villa Verucchio, il capitano Silvia Guerrini, comandante della Compagnia Carabinieri di Novafeltria, alla presenza dell’Assessore con delega sulla sicurezza del Comune di Verucchio, Eleonora Urbinati e coadiuvata dal luogotenente Claudio Acciarini, comandante della Stazione Carabinieri di Villa Verucchio, ha tenuto un incontro con i cittadini sensibilizzandoli ed informandoli sugli accorgimenti da porre in atto per prevenire le truffe in danno di persone anziane e sole, fenomeno che, nell’ultimo periodo, registra un trend in aumento in ambito regionale, con una serie di reati perpetrati da soggetti che fingendosi militari dell'Arma dei Carabinieri, e/o avvocati, raggirando le vittime per sottrargli denaro e oggetti di valore. L’ufficiale ha evidenziato la particolare “odiosità” di tale modalità che “carpisce la grande fiducia e l’affidamento della popolazione nella Benemerita” allo scopo di far “abbassare la guardia nei confronti dell’interlocutore che, a quel punto, può agevolmente porre in essere la truffa”.

Le indicazioni fornite ai cittadini, semplici e pratiche ma molto utili, come quella di diffidare sempre di coloro che si presentano nelle abitazioni con  pretesti vari “facendo leva sui sentimenti e legami più profondi delle persone”: incidenti e guai vari capitati ad un figlio od un nipote. E’ fondamentale non farli accedere in casa, tenendoli in attesa all’esterno e accertare la loro identità chiamando il numero “112” a qualsiasi ora del giorno o della notte. Nel contesto è stato illustrato e distribuito l’opuscolo informativo “Attenzione alla Truffe”, realizzato dal Comando Provinciale Carabinieri di Rimini. I partecipanti hanno mostrato grande interesse e partecipazione, chiedendo spiegazioni e rappresentando proprie esperienze all’Ufficiale, che ha chiesto “quell’aiuto sostanziale fornito dalle segnalazioni dei cittadini che partecipano così all’efficace e condiviso mantenimento della sicurezza pubblica”. La campagna di sensibilizzazione proseguirà anche nei prossimi giorni sia attraverso l’intensificazione dei contatti quotidiani con i cittadini, sia  mediante incontri con la cittadinanza presso enti, associazioni, parrocchie ed uffici postali anche, e soprattutto, in occasione del pagamento delle pensioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme truffe agli anziani, scendono in campo i carabinieri di Novafeltria
RiminiToday è in caricamento