Allerta caldo, il Comune di Riccione tiene monitorati gli anziani fragili

Dall’inizio dell’estate sono state oltre 600 le telefonate effettuate a persone ultrasettantacinquenni nel Distretto della Perla Verde

Dall’inizio dell’estate sono state oltre 600 le telefonate effettuate a persone ultrasettantacinquenni nel Distretto di Riccione che comprende i Comuni di Riccione, Cattolica, Misano, Coriano e i Comuni della Valconca,  considerate fragili, per varie caratteristiche, mappate in un apposito elenco, per verificare la loro situazione rispetto al caldo. A loro l’amministrazione rivolge una particolare attenzione, in affiancamento alle principali azioni previste dalla Regione, in raccordo con le associazioni di volontariato e no profit tra cui la protezione Civile, la Caritas, gli ospedali e altre associazioni presenti sul territorio in modo da rendere gli interventi sinergici e quindi più efficaci. L’amministrazione ricorda che sono attivi dei recapiti specifici per chiedere informazioni o richieste di intervento. I contatti sono i seguenti: Nucleo Fragilità telefono: 0541/1490572 mail: emergenzacaldo@coopcad.it.

“Il settore servizi alla persona del comune di Riccione – afferma il vice sindaco e assessore alla persona Laura Galli – mette anche quest’anno a disposizione uffici preposti per fare fronte a situazioni di disagio che durante l’estate possono colpire le persone più anziane, specie se sole e senza il supporto della famiglia. Per coloro che hanno più di 75 anni è stata tracciata una mappa che viene costantemente aggiornata. Chiedo ai vicini di casa degli anziani soli di avere un occhio di attenzione, avendo cura di seguire comunque buoni consigli validi, non solo per gli anziani, ma anche per bambini e adulti più sensibili alla canicola estiva: bere molto, consumare frutta e verdura, indossare un vestiario leggero e dai colori chiari e soprattutto evitare di uscire nelle ore più calde. In costante collaborazione con l’Ausl Romagna è sempre attiva una rete di condivisione con i centri sociali, le strutture di accoglienza di anziani ,sia pubbliche che private, e di piani di monitoraggio estesi ai medici di famiglia.”

Per quanto riguarda gli anziani, si raccomanda di seguire una corretta alimentazione e idratazione, ed in questo caso sono i figli o altri parenti più giovani a dover aumentare l’attenzione. Certo vanno privilegiati i cibi leggeri, ma bisogna cercare di combattere la tendenza, che in alcuni anziani si presenta, di mangiare troppo poco quando arriva il caldo. Assai importante bere molto e spesso. Quanto all’aria condizionata, meglio non utilizzarla a temperature troppo basse.

Infine per avere refrigerio e passare una giornata assieme, ogni settimana una decina di nonni del Centro Diurno Residenza Pullè, pranzano, passeggiano e trascorrono il loro tempo all’ombra delle alberature del Parco della Resistenza. In collaborazione con il centro di Buon Vicinato “Amici del Parco della Resistenza”, gli anziani seguiti dagli operatori della Residenza Pullè, continueranno a darsi appuntamento, con cadenza settimanale, fino a settembre. Confermata anche per quest’anno la “ Festa di ferragosto” che per gli anziani della Residenza Pullè si svolge in anticipo, il 3 agosto, in compagnia dei familiari e dell’amministrazione comunale con l’esposizione di mercatini frutto dell’attività dei nonni svolta durante l’anno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento