rotate-mobile
Mercoledì, 30 Novembre 2022
Cronaca

Allo spacciatore manca il sangue freddo e finisce nella rete della polizia

Alla vista della pattuglia il pusher ha cercato di svicolare ma il comportamento sospetto ha fatto rizzare le antenne al personale della Questura di Rimini

E' mancato il sangue freddo allo spacciatore che, nel tardo pomeriggio di giovedì, è stato arrestato da una pattuglia della Volante della Questura di Rimini. Gli agenti, che stavano controllando il territorio, avevano scorto il giovane in sella a una bici che alla vista dei lampeggianti ha cercato di fare di tutto per evitare di essere fermato. Un comportamento che ha fatto rizzare le antenne alle divise che lo hanno fermato per identificarlo. Il pusher ha però spiegato di non avere i documenti con sè perchè li aveva lasciati nella camera dell'hotel dove alloggiava. Vista la situazione è stato quindi accompagnato nella struttura ricettiva e, arrivati nella stanza, gli agenti hanno subito notato sul comodino un involucro di cellophane pieno delle classiche "palline" di cocaina. Si è così proceduto ad un'accurata perquisizione che ha fatto scoprire altra sostanza stupefacente, un bilancino elettronico e 1000 euro in contanti ritenuti il provento dello spaccio. Il tutto è fruttato le manette allo spacciatore che è stato portato in Questura dove è emerso che si trattava anche di un clandestino. Dopo una notte in camera di sicurezza, il giovane è stato processato per direttissima.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allo spacciatore manca il sangue freddo e finisce nella rete della polizia

RiminiToday è in caricamento