rotate-mobile
Cronaca

Alpini, il Codacons sulle presunte molestie. "Ci costituiamo nel procedimento, sbagliato archiviare"

Interviene il coordinamento per la tutela dei diritti dei consumatori: "Presenteremo una costituzione nel procedimento e avanzeremo in Tribunale formale richiesta di opposizione all’archiviazione"

Sul tema della presunte molestie durante l'Adunata Nazionale degli Alpini il dibattito prosegue serrato. Ad assumere una posizione e dei prossimi provvedimento ora è anche il Codacons, il Coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente e la tutela dei diritti di utenti e consumatori. "Il Codacons presenterà formale opposizione alla richiesta di archiviazione avanzata dal Pm di Rimini per le gravi accuse di molestie durante il raduno degli alpini dello scorso maggio", si apprende in una nota.

"Riteniamo che anche una sola denuncia formale sia sufficiente a portare avanti le indagini, anche in considerazione della mole di segnalazioni giunte sul web e sui social network – afferma il Codacons – La Procura di Rimini può e deve proseguire l’inchiesta, e pertanto il Codacons presenterà una costituzione nel procedimento e avanzerà in Tribunale formale richiesta di opposizione all’archiviazione, chiedendo di acquisire tutti i filmati sul raduno dello scorso maggio, allo scopo di individuare i responsabili degli illeciti contestati".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alpini, il Codacons sulle presunte molestie. "Ci costituiamo nel procedimento, sbagliato archiviare"

RiminiToday è in caricamento