Cronaca

L'amore nato a Londra naufraga in un mare di botte e maltrattamenti

La coppia, dopo una relazione di 2 anni, ha iniziato a scricchiolare con lui che è diventato aggressivo e manesco

Nella mattinata di lunedì il personale della Squadra mobile della Questura di Rimini ha arrestato in flagranza un 36enne inglese per maltrattamenti ai danni della compagna riminese 26enne. I due si erano conosciuti a Londra nel 2018 e avevano allacciato una relazione sentimentale per poi trasferirsi entrambi a Milano. Dopo un anno di convivenza, però, le cose era iniziate ad andare male. Dalle prime liti, nate da futili motivi, si è avuta un'escalation nei comportamenti violenti dell'inglese tanto che la 26enne era stata costretta più volte a ricorrere alle cure dei sanitari. La riminese, infatti, secondo quanto denunciato alla polizia di Stato meneghina era stata minacciata con un coltello e in un'occasione colpita al braccio con un ferro da stiro rovente. Nel dicembre del 2019, in ben due occasioni, la ragazza si era rivolta al pronto soccorso per una serie di lesioni poi giudicate guaribili in 15 e 2 giorni. Nell'agosto dello scorso anno, al culmine dell'ennesima lite, il suddito di sua maestà era arrivato a colpire la compagna con due pugni per poi cercare di strangolarla.

Dopo questo episodio la 26enne era tornata a Rimini dai genitori ma il compagno, non accettando il fatto di essere stato lasciato, in alcune occasioni era arrivato in Riviera per molestarla e minacciarla di pubblicare su internet alcuni video registrati nei loro momenti di intimità. Lunedì sera il britannico era tornato nuovamente a Rimini e, piazzandosi sotto l'abitazione dell'ex, ha iniziato a urlare per strada. Sul posto è intervenuta sia una pattuglia dei carabinieri che una della polizia di Stato con il personale della Questura che ha provveduto a sanzionare il 36enne per la violazione della normativa di contenimento dell’emergenza epidemiologica e allontanarlo ma la mattina successiva l'inglese si è presentato ancora sotto casa della ragazza. E' stato l'avvocato della vittima a chiamare il personale della Mobile per segnalare la situazione e, quando gli agenti sono arrivati, si sono trovati lo straniero ancora in attesa della giovane che ha quindi sporto denuncia nei confronti dell'uomo. Su disposizione del pubblico ministero di turno, Davide Ercolani, il 36enne è stato quindi arrestato e portato in carcere dove si trova in attesa della convalida.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'amore nato a Londra naufraga in un mare di botte e maltrattamenti

RiminiToday è in caricamento