"Oltre 6 mesi per la carta d'identità elettronica", protesta per il disservizio

Un lettore di RiminiToday ha segnalato le lungaggini del Servizio Anagrafe del Comune di Rimini per il rilascio del documento

"Da oltre 6 mesi sono in attesa di poter avviare le pratiche per il rilascio della carta d'identità elettronica - tuona un lettore di RiminiToday. - E' da dicembre che il Comune di Rimini mi rimpalla per peter ottenere il documento". E' una lunga serie di disservizi quella che, il cittadino, denuncia per poter riuscire ad avere quello che, normalmente, viene rilasciata in pochi giorni. "Ho smarrito il mio documento a dicembre - racconta il lettore - e, dopo aver fatto regolare denuncia, mi sono presentato agli sportelli dell'Anagrafe per fare quello nuovo. Avrei voluto puntare su quello elettronico ma, in quella occasione, mi hanno detto che il servizio era momentaneamente sospeso. Dopo 4 mesi ho provato a informarmi al Comune di Rimini, tramite il servizio di messanger, per capire se era possibile avere il documento ma, anche in questo caso, sono saltati fuori dei problemi che, da come mi è stato descritto, erano inerenti ai macchinari in dotazione. Da allora, e siamo arrivati a giugno, non ho più saputo nulla e non mi sembra che, a livello di digitalizzazione, Rimini sia così all'avanguardia".

Un problema che abbiamo provato a chiarire con il Servizio Anagrafe del Comune dove, in effetti, hanno avuto una serie di inghippi con il sistema informatico. "Fermo restando che il cittadino avrebbe potuto ottenere tranquillamente il documento cartaceo in giornata - spiegano - il sistema delle carte d'identità elettroniche non è gestito dal Comune ma dal Ministero dell'Interno il quale, dopo aver ricevuto la richiesta dagli enti locali, provvede alla realizzazione del documento e all'invio al cittadino. A dicembre abbiamo riscontrato dei problemi tra il nostro software e quello dell'amministrazione centrale i quali, da quello che è emerso, non dialogavano tra loro. La problematica, così come per altre realtà simili a quello che è successo a Rimini, era legata al fatto che il sistema informatico non riconosceva il cambio della provincia quando, da Forlì, la nostra città è diventata a sua volta provincia. Per chi era nato prima del 1995 risultava la provincia di Forlì mentre, per quelli dopo quella data, risultava Rimini".

"Questo accavallamento ha mandato in tilt il software - proseguono dall'Anagrafe - e in questi mesi abbiamo lavorato per correggere il bug sia a livello locale che centrale. Da pochi giorni, comunque, il serivio seppur in via sperimentale è tornato operativo e, anche i cittadini di Rimini, possono richiedere il rilascio della carta d'identità elettronica senza problemi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento