rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

Continua l'impennata dei contagi in Romagna: ma rispetto lo scorso anno meno ricoveri e morti

E' quanto emerge dall'articolato report dell'Ausl Romagna che analizza la settimana dal 20 al 26 dicembre. Nella settimana di riferimento, si sono registrate 6.214 positività in tutta la Romagna

Continua l'impennata di contagi in Romagna, come era prevedibile. E' quanto emerge dall'articolato report dell'Ausl Romagna che analizza la settimana dal 20 al 26 dicembre. Nella settimana di riferimento, si sono registrate 6.214 positività in tutta la Romagna su un totale di 55.502 tamponi, vale a dire l'11,2%. Di queste nuove positività, 2.275 si riferiscono al Riminese Si registra un sensibile aumento dei nuovi casi in termini assoluti (+1209). In provincia di Rimini le vacanze natalizie sono iniziate con 56 classi in quarantena, di cui 15 nelle scuole elementari, 14 nelle scuole materne, 11 nelle scuole medie, 11 nelle scuole superiori e 5 negli asili nido.

Risulta in aumento anche il tasso d’incidenza totale dei nuovi casi negli ultimi sette giorni  per centomila abitanti in tutti i distretti dell’ Ausl della Romagna. Il dato più alto è quello del distretto di Rimini con un'incidenza di 653 casi settimanali per centomila abitanti, seguito dal distretto di Riccione (602). Si registra un tasso di occupazione di posti letto da parte di pazienti affetti da Covid in aumento da nove settimane ed in totale sono ricoverati 290 pazienti, di cui 24 in terapia intensiva. I ricoveri hanno subito un'impennata del 20,8% in una sola settimana. Pur in presenza del doppio di contagiati, però, i ricoveri sono molti meno dello scorso anno, così come i decessi. Questo dato – secondo l'Ausl – ha un andamento decisamente attenuato rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, grazie alla diffusione della vaccinazione. In particolare i ricoveri ordinari sono 2 volte inferiori e si registra un numero di decessi 4 volte inferiore. Questa settimana si sono verificati due focolai nelle strutture ospedaliere nell’ambito di Rimini e Cesena.

In continuo aumento il numero dei soggetti vaccinati nei centri vaccinali romagnoli: al 27 dicembre 862.467 persone con prima dose, 783.584 con seconda dose e 267.536 con terza dose. A questi numeri vanno aggiunte 91.026 dosi somministrate dai medici di medicina generale. Sul fronte dell'obbligo vaccinale, invece, complessivamente sono stati sospesi 258 operatori tra dipendenti e convenzionati in tutta l'azienda USL della Romagna. La percentuale dei sospesi sul totale degli operatori con obbligo vaccinale è inferiore al 2% in tutti gli ambiti territoriali e non si apprezzano sostanziali differenze tra Cesena, Forlì, Rimini e Ravenna.

Il confronto in Ausl Romagna:

tabella-2

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Continua l'impennata dei contagi in Romagna: ma rispetto lo scorso anno meno ricoveri e morti

RiminiToday è in caricamento