Anche Santarcangelo entra a far farte dei Comuni ciclabili e conquista "3 bike smile"

L'Emilia Romagna, con l'ingresso del borgo clementino, si conferma in testa alla classifica con 25 comuni "certificati" da Fiab

Santarcangelo di Romagna insieme a Firenze, Arezzo, Desio, Vasto, Merano, Mira, Valdagno, San Salvo e Breda di Piave sono le prime dieci nuove città ad entrare per l'edizione 2020 nella rete ComuniCiclabili, il progetto sviluppato da FIAB-Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta per verificare e valutare il grado di ciclabilità dei territori che, nel loro insieme, contano oltre 6 milioni di persone, più del 10% della popolazione italiana. In questa tornata emerge per importanza Firenze, 4° capoluogo di regione ad aderire dopo Torino, Bologna e Trento. Con l'adesione di Arezzo i capoluoghi di provincia arrivano a quota 27. Quanto a numero di comuni l'Emilia Romagna, con l'ingresso di Santarcangelo, si conferma in testa con 25, seguita dal Veneto che con tre nuovi comuni arriva a quota 21, mentre in terza posizione il sorprendente Abruzzo che, con gli ulteriori comuni costieri di Vasto e San Salvo, arriva a 15. La Lombardia arriva a 12 con Desio, mentre dall'Alto Adige arriva un altro comune di qualità, Merano.

La cerimonia di consegna degli attestati e della bandiera gialla della ciclabilità italiana - divenuta ormai simbolo dei ComuniCiclabili - ai 10 nuovi membri e ai 30 comuni che hanno già perfezionato il loro rinnovo a questa terza edizione, si è svolta martedì a Torino, presso Centrale Nuvola Lavazza di Torino. La cerimonia ha aperto l'incontro sul tema "Reti per la mobilità sostenibile" all'interno di UrbanPromo Torino "Progetti per il Paese", iniziativa promossa da INU/URBIT, l'Istituto Nazionale di Urbanistica con cui FIAB-ComuniCiclabili ha attivato già da tempo un accordo di reciproca collaborazione.

"Il grande successo di ComuniCiclabili è strettamente legato alla crescente attenzione delle amministrazioni locali alle tematiche della mobilità ciclistica, con un concreto cambio di prospettiva, in molti territori, a favore di politiche bike-friendly, che rispecchiano una più ampia attenzione alle persone e all'ambiente" - commenta Alessandro Tursi, presidente di FIAB, che è anche l'ideatore del progetto. "L'iniziativa si propone di valutare, attraverso criteri oggettivi e misurabili, il livello di ciclabilità di una città e del suo territorio e, parallelamente, di accompagnare e stimolare le singole amministrazioni verso un progressivo miglioramento, per rendere i propri comuni più vivibili per i residenti e più accoglienti per i turisti" aggiunge Valeria Lorenzelli, co-ideatrice del progetto ComuniCiclabili e membro del Consiglio di Presidenza FIAB.

La valutazione avviene, infatti, sulla base di decine di parametri in 4 aree: infrastrutture urbane, cicloturismo, governance e comunicazione & promozione. Il punteggio attribuito a ogni comune va da 1 (il minimo) a 5 (il massimo) bike-smile e viene indicato sulla bandiera gialla. I comuni italiani che abbiano già messo in atto azioni per la mobilità in bicicletta e che intendano aderire alla rete ComuniCiclabili hanno ancora tempo fino al 31 gennaio per candidarsi all'edizione 2020, e ricevere il riconoscimento il prossimo mese di aprile. Una novità importante caratterizza questa terza edizione dell'iniziativa: la validità dell'iscrizione a ComuniCiclabili diventa triennale purché, a seguito delle verifiche annuali, il comune mantenga i requisiti minimi, con la possibilità e l'auspicio di vedere sempre più territori che si migliorano e incrementano il loro punteggio sulla bandiera. La consegna del riconoscimento di ComuniCiclabili è solo uno degli aspetti di un progetto che si prefigge di creare una rete tra tutte le realtà aderenti e di stimolare sindaci e amministrazioni a fare sempre meglio per agevolare lo sviluppo di una mobilità attiva e la scelta della bicicletta come mezzo di trasporto in ogni ambito (dagli spostamenti quotidiani di bike-to-work e bike-to-school al tempo libero, fino alle vacanze in sella). Strumento fondamentale è la "Scuola ComuniCiclabili", una serie di incontri ed eventi formativi qualificati a disposizione dei comuni aderenti, con approfondimenti tematici, presentazioni di buone pratiche e condivisione di case history su temi e problemi legati alla mobilità in bicicletta. L'ultimo appuntamento proprio oggi a Torino con il workshop "Reti per la mobilità sostenibile" organizzato INU-Istituto Nazionale di Urbanistica in collaborazione con FIAB-ComuniCiclabili.

Santarcangelo ha conquistato come punteggio 3 bike smile. Ad aver ricevuto invece per il secondo anno consecutivo il certificato di Comune Ciclabile è Misano Adriatico.

 

·

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Il romagnolo ex fidanzato di Belen torna in tv tra i corteggiatori di "Uomini e Donne"

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento