Ancora abusivismo, scoperti altri bazar a cielo aperto: nove denunce

Gli stranieri, sanzionati anche amministrativamente per commercio abusivo su area pubblica, di età compresa dai 22 ai 46 anni, vendevano borse, cinture, portafogli e magliette con marchi di fabbricazione abilmente contraffatti

Continuano i servizi in spiaggia dei Carabinieri contro l’abusivismo commerciale. Domenica mattina i Carabinieri delle Stazioni di Miramare e Viserba, a conclusione di un predisposto servizio di controllo del territorio finalizzato al contrasto dell’abusivismo commerciale, articolato su più squadre di intervento, operanti rispettivamente sul litorale sud e nord di Rimini, hanno denunciato per vendita di prodotti con segni mendaci, 9 extracomunitari (5 senegalesi, 3 tunisini ed un bengalese).

Gli stranieri, sanzionati anche amministrativamente per commercio abusivo su area pubblica, di età compresa dai 22 ai 46 anni, vendevano borse, cinture, portafogli e magliette con marchi di fabbricazione abilmente contraffatti. Tutta la merce, circa 1.000 pezzi, per un valore di 8mila euro, è stata sequestrata. Uno dei tunisini denunciati è stato anche sorpreso in possesso di una stecca di grammi 10 di hashish che aveva per uso personale. Lo stupefacente è stato sequestrato ed il tunisino segnalato alla Prefettura come tossicodipendente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Coronavirus, nuovo decreto fino al 5 marzo: divieto di ricevere più di due persone in casa

Torna su
RiminiToday è in caricamento