menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ancora una truffa online: denunciato 35enne riminese

Ennesima truffa online scoperta dagli agenti della Polizia Postale di Rimini. Il responsabile è un riminese di 35 anni, che è stato denunciato a piede libero

Ennesima truffa online scoperta dagli agenti della Polizia Postale di Rimini. Il responsabile è un riminese di 35 anni, che è stato denunciato a piede libero. Le indagini sono iniziate dopo la segnalazione di un pistoiese, che sul web ha acquistato una pedaliera versando sulla postepay dell'acquirente la somma di 100 euro. L'articolo non è stato mai recapitato. La vittima ha cercato di contattare il venditore, ma senza esito.

A quel punto ha deciso di rivolgersi alla Polizia. Gli agenti, attraverso l'indirizzo Ip dell'annuncio, sono riusciti a risalire al responsabile della truffa. I Carabinieri di Villa Verucchio a conclusione di laboriose indagini di polizia giudiziaria, hanno denunciato un 24enne marocchino, residente nel Cesenate, responsabile di truffa on-line.

Nei giorni scorsi, al Comando dell’Arma, un giovane ha spiegato di aver acquistato online un telefono cellulare di ultima generazione, dal valore di 700 euro circa, inviando al venditore, come anticipo, la somma di 300 euro tramite il servizio “postepay”. L’ignaro sventurato, trascorso qualche giorno, ha ricevuto un apparecchio del valore di qualche decina di euro.

Le indagini hanno permesso di identificare, nel 24enne marocchino, il responsabile della truffa. Sono in corso le indagini per verificare se il fenomeno risulti a livello locale o diffuso in ambito nazionale, nonché per accertare l’entità dell’illecito giro di affari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento