menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Antenna 5g spunta nel centro storico, monta la rabbia dei residenti

Partita la raccolta di firme per chiedere di smantellare il ripetitore "in una zona densamente abitata, con un asilo nido e lo studio di numerosi medici"

Non ci stanno i residenti di via Ceccarelli che, all'improvviso, si sono trovati davanti alle finestre un'antenna per la telefonia 5g installata sul tetto di un'abitazione privata. Monta infatti la rabbia per quel palo d'acciaio che svetta sulle palazzine a ridosso del centro storico di Rimini  in un'area che, come sottolineano gli abitanti, è densamente popolata. "Nella zona - spiegano in una lettera inviata al sindaco nel quale si chiede di far smontare l'opera - in un raggio di 500 metri dall'impianto ci sono almeno 300 palazzine, per un totale di oltre 5mila abitanti. A tutto questo si aggiunge anche la presenza di un asilo nido e di diversi studi medici frequentati da diversi pazienti. E' noto che ripetitori di questo genere siano dannosi per la salute e non campiamo come gli uffici del comune abbiano potuto concedere l'autorizzazione". La missiva al primo cittadino si conclude con la promessa di dare battaglia se l'impianto non venisse smontato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Arco d’Augusto, storia di uno dei simboli di Rimini

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Impennata di nuovi positivi, il riminese verso quota 300

  • Cronaca

    A San Marino partita la vaccinazione Covid con lo Sputnik V

  • Cronaca

    Blitz nell'ex nuova Questura, trovati a bivaccare negli stanzoni abbandonati

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento