Anziana rapinata in casa, la giovane vicina e il marito condannati

La ragazza aveva già patteggiato una pena di 11 mesi mentre per l'uomo è arrivata la sentenza di 2 anni e 6 mesi

Si è concluso con una condanna a 2 anni e 6 mesi il processo che vedeva imputato un 25enne siciliano con l'accusa di aver sequestrato e rapinato una 80enne nella propria abitazione. La feroce rapina risale allo scorso 14 febbraio quando il giovane, insieme alla moglie 23enne, aveva approfittato della vittima vicina di casa della madre della ragazza. I due, con una scusa, erano riusciti ad entrare nella casa dell'anziana chiedendole un prestito e accampando difficoltà economiche. All'improvviso, però, avevano aggredito l'80enne per poi legarla e mettere a soqquadro l'appartamento di via don Milani alla Gaiofana. La 23enne, invece, aveva già patteggiato 11 mesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • "Armato di pistola in piazza Ferrari", Pecci lancia l'allarme sulla sicurezza

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento