Cronaca Centro / Via Alessandro Gambalunga

Appartamenti sovraffollati, la rimessa trasformata in casa per stranieri

Nel blitz di venerdì i militari dell'Arma hanno complessivamente identificato 25 cittadini stranieri, di cui 18 di origine bengalese e 7 rumeni

E’ scattato all’alba di venerdì un altro servizio straordinario di controllo del territorio da parte dei carabinieri, con l’impiego di 12 militari e la collaborazione di due 2 ispettori dell’Ausl Romagna, negli appartamenti sovraffollati in cui vivono i cittadini stranieri. Le squadre hanno ispezionato 4 case in via Gambalunga, via Vittime Civili di Guerra, Via Vittorio Veneto e Via Santa Teresa. In tutti gli appartamenti, i militari hanno complessivamente identificato 25 cittadini stranieri, di cui 18 di origine bengalese e 7 rumeni. Nelle abitazioni, in totale, sono state rilevate 16 irregolarità puntie con la sanzione amministrativa per sovraffollamento. In tutti i casi, i cittadini extracomunitari dormivano ammassati nei diversi ambienti delle abitazioni anche su materassi a terra allestiti come letti.

Al termine degli accertamenti i militari hanno denunciato a piede libero per inosservanza a provvedimenti dell’autorità giudiziaria i proprietari di due appartamenti, in Via Gambalunga, affittati a bengalesi, poiché non avevano ottemperato agli obblighi di ripristino delle condizioni igienico sanitarie imposte dall’ordinanza contingibile ed urgente emessa lo scorso 1 giugno dal Comune di Rimini.
In un altro appartamento di via Vittorio Veneto, i militari hanno accertato un cambio di destinazione d’uso di un locale privo di requisiti di abitabilità: accatastato come rimessa era stato adibito ad abitazione ed affittato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appartamenti sovraffollati, la rimessa trasformata in casa per stranieri

RiminiToday è in caricamento