Venerdì, 12 Luglio 2024
Cronaca

Arcigay al fianco del Serpieri: "Carriera Alias, fine di un incubo burocratico per giovani transgender"

Marco Tonti: "Un plauso alla dirigenza del liceo Serpieri per avere, con consapevolezza e convinzione, adottato la Carriera Alias"

Continua a tenere banco la scelta del liceo Serpieri di Rimini di dare il via libera all'interno del suo istituto alla Carriera Alias. Sul tema tema interviene Marco Tonti, presidente di Arcigay Rimini. "Ogni persona di buon senso non avrebbe difficoltà a fare una scelta eppure la decisione del liceo Serpieri di Rimini ancora solleva polemiche retoriche e stantie. Per capire basterebbe avere l'umanità e l'umiltà di mettersi nei panni di giovani ragazzi e ragazze che prendono consapevolezza di sé e del proprio corpo, che si mettono alla ricerca di un'identità che corrisponda al loro essere interiore, che devono affrontare l'angoscia di come porsi con la famiglia, amici e insegnanti. In tutto ciò una burocrazia ottusa e incapace di rappresentare il mondo così com'è diventa una ferita e un'umiliazione quotidiana".

E arriva da parte di Marco Tonti il messaggio di sostegno alla dirigenza scolastica. "Un plauso alla dirigenza del liceo Serpieri per avere con consapevolezza e convinzione adottato la Carriera Alias, uno strumento essenziale (ma purtroppo non sufficiente) per dare un po' di serenità a sempre più giovani per facilitare il loro benessere e il loro percorso scolastico, e per far capire loro che le istituzioni sono sensibili ai temi dell'identità e del'orientamento sessuale e che nessuno e nessuna deve sentirsi solo o abbandonato nel percorso di scoperta e di sviluppo della propria personalità. Sono anche io un insegnante, e quando per la giornata contro l'omotransfobia ho affrontato il tema con le mie classi, un ragazzo di prima mi ha chiesto: "prof ma perché ci sono persone che sono contrarie? E' solo un bene e non toglie niente a nessuno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arcigay al fianco del Serpieri: "Carriera Alias, fine di un incubo burocratico per giovani transgender"
RiminiToday è in caricamento