Arco d'Augusto viola per la Giornata Mondiale dedicata ai bimbi prematuri

La Prima Coccola Onlus ed i professionisti della Tin, hanno organizzato l’evento “Diamo luce alla prematurità”

In occasione della Giornata Mondiale dedicata ai bambini prematuri, che si è celebrata venerdì, a Rimini ’associazione  La Prima Coccola Onlus ed i professionisti della Tin, hanno organizzato l’evento “Diamo luce alla prematurità”. L’Arco d’Augusto è stato illuminato di viola ed è stata allestita una merenda (offerta da Conad e La Fonte di Viserba) per grandi  e bambini, con intrattenimento, truccabimbi  e musica con Fabio Caldari e Marco Corona e uno spettacolo di fuochi di artificio di Scarpato Pirotecnica. Erano presenti, tra gli altri, il direttore della Tin di Rimini Gina Ancora, il vicesindaco Gloria Lisi e l’assessore Mattia Morolli. Foto (allegate) a cura di Maddalena Paszkowska.

Negli ultimi 5 anni 300 bambini, di peso compreso tra i 325 grammi ed un chilo e mezzo, sono stati trattati presso la TIN di Rimini e, di questi, 9 bambini su 10 sono sopravvissuti. La Tin di Rimini ha a disposizione non solo attrezzature all’avanguardia (ventilatori meccanici, termoculle speciali, sistemi di monitoraggio avanzati) per trattare questi “bambini piuma” ma anche professionisti attenti e  preparati a prendersi cura di tutta la famiglia. Dietro la diagnosi di prematurità ci sono infatti anche le diagnosi di sofferenza, frustrazione, paura, senso di colpa e  di estraniamento della famiglia coinvolta nella nascita di un bambino prematuro. Se queste condizioni non vengono precocemente identificate ed affrontate possono aumentare il rischio di disturbi emozionali, accademici, comportamentale e disordini da stress post-traumatici nei bambini.

La Tin di Rimini ha a questo scopo sposato un nuovo modello di cura basato non sulla malattia ma sulla promozione dello sviluppo e del benessere de bambino e della sua famiglia. E’ in questa direzione che vanno i progetti di costruzione del futuro reparto Tin, con spazi dedicati alla famiglia al suo interno, o i collegamenti tra ospedale e le realtà  esterne, come ad esempio il centro per le famiglie del Comune di Rimini. In questa direzione va anche il  progetto di assistenza a domicilio dei bambini dimessi dalla Tin. Lo scopo è quello di sostenere l’allattamento al seno  e di favorire il benessere relazionale della famiglia attraverso le visite di una ostetrica e di una psicologa specialista nello sviluppo del bambino. Queste attività sono sostenute dall’Associazione la Prima Coccola, finanziate anche attraverso uno sponsor speciale rappresentato dalla Ditta Marlù gioielli che ai bambini prematuri ha dedicato una speciale linea di ciondoli. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento