Cronaca

Aree fabbricabili, a Santarcangelo valori Imu aggiornati al mercato immobiliare

Gli assessori Zangoli e Sacchetti: "Un risultato importante frutto di una serie di provvedimenti di pianificazione territoriale e tributaria"

Sono stati aggiornati all’andamento del mercato immobiliare i nuovi valori delle aree fabbricabili ai fini del pagamento dell’Imposta municipale unica 2017. La Giunta comunale ha infatti determinato i nuovi valori venali in comune commercio, facendo riferimento alle quotazioni OMI (Osservatorio Mercato Immobilare dell’Agenzia delle Entrate) ed effettuando un’analisi aggiornata del mercato immobiliare in base alle diverse zone in cui è suddiviso il territorio comunale. La revisione dei valori ha tenuto anche conto dei valori di compra-vendita immobiliare e della differenziazione dei vari stadi di attuazione di ciascuna area in relazione ai nuovi strumenti urbanistici: in sostanza la differenza è tra le aree inserite nel Psc e quelle già all’interno delle previsioni del Poc. In generale, se da un lato aumentano i valori medi delle aree inserite nel capoluogo, dall’altro diminuiscono anche in maniera consistente quelli dei terreni presenti nelle frazioni.

Per gli assessori Emanuele Zangoli (Bilancio e tributi) e Filippo Sacchetti (Servizi urbanistici), si tratta di un risultato particolarmente importante, frutto di un lungo lavoro che ha visto una stretta collaborazione tra servizi urbanistici e tributari. “Con questo atto – dichiarano gli assessori – portiamo a compimento un insieme di provvedimenti sul versante della pianificazione territoriale e tributaria che hanno una diretta incidenza sul pagamento delle imposte. Per determinare i nuovi valori medi di mercato è stata condotta un’accurata analisi con l’intento di rapportare il prelievo fiscale al valore effettivo dei beni, rispettando un principio di equità nonché le previsioni normative”.

“I nuovi valori delle aree fabbricabili ai fini Imu – proseguono Zangoli e Sacchetti – rappresentano soltanto l’ultimo tassello di un articolato percorso di regolamentazione degli oneri a carico dei cittadini, che ha portato ad un generale contenimento delle imposte dovute soprattutto nelle frazioni”. Mentre il territorio comunale è stato suddiviso in diverse microzone sulla base dei nuovi strumenti urbanistici, il valore del Triangolone è sceso già dal 2015 da 45 a 20 euro al metro quadrato e grazie all’ultima variante al Rue sono sati semplificati in maniera significativa i cambi di destinazione d’uso. Sono inoltre stati ridotti di oltre il 50 per cento i valori per la monetizzazione del verde pubblico (prima equiparati ai parcheggi pubblici), mentre nel frattempo i servizi comunali hanno lavorato al recupero dell’Imu non versata sulle aree rese edificabili in seguito all’adozione del Piano strutturale comunale, invitando i proprietari interessati a mettersi in regola con il versamento dell’imposta per le annualità 2012/2016, anche attraverso il pagamento in forma dilazionata e senza sanzioni e interessi legali.

“Nelle settimane scorse – concludono gli assessori Zangoli e Sacchetti – era stato annunciato il possibile declassamento a terreni agricoli per le aree di nuova urbanizzazione individuate dagli strumenti urbanistici. Con l’aggiornamento dei valori Imu, l’Amministrazione comunale potrà ora dar seguito a questo impegno, predisponendo il bando esplorativo che darà la possibilità ai proprietari di terreni edificabili individuati dal Psc, o non ancora inseriti nei Poc o ancora non attivati ai sensi del vigente Rue, di richiedere l’eliminazione dell’attuale destinazione urbanistica di edificabilità”. “Un passaggio importante soprattutto per andare incontro a quei cittadini che si trovano in particolari difficoltà economiche nel portare a compimento previsioni urbanistiche stabilite in precedenza. Da qui in avanti, inoltre, lavoreremo per verificare in maniera ancor più puntuale se in ogni area edificabile sono previsti vincoli o caratteristiche particolari che possano incidere sul valore stabilito, sia in diminuzione che in aumento, il tutto in un’ottica di equità e regolarità contributiva”. I nuovi valori che dovranno essere presi a riferimento per il pagamento Imu 2017 (scadenza acconto giugno), saranno disponibili sul sito internet del Comune. Per informazioni: Ufficio tributi tel. 0541/356.265

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aree fabbricabili, a Santarcangelo valori Imu aggiornati al mercato immobiliare

RiminiToday è in caricamento