Cronaca

Armato di motosega e coltello scatena il caos nella clinica privata

L'esagitato voleva parlare a tutti i costi col medico che l'aveva operato, catturato dopo una folle fuga

Foto archivio

Momenti di terrore per il personale e i pazienti della clinica Montanari di Morciano che, giovedì pomeriggio, si sono trovati a dover fare i conti con un esagitato armato di motosega e coltello. L'uomo, un napoletano già noto alle forze dell'ordine e residente a Cattolica dove è sottoposto agli arresti domiciliari, verso le 15.30 si è presentato alla reception e iniziando a urlare una serie di insulti ha preteso di vedere immediatamente il medico che lo aveva operato. Il professore, in quel momento, non si trovava in clinica e i presenti si sono accorti che il 60enne era armato.

Dopo aver concluso le sue minacce di morte nei confronti del dottore, l'esagitato si è allontanato in tutta fretta mentre sul posto stavano accorrendo i carabinieri. E' così scattata la caccia all'uomo e, poco dopo, il 60enne è stato rintracciato nel supermercato Diamante dove si era nascosto nei bagni. Alla vista dei militari dell'Arma, l'esagitato ha estratto nuovamente un coltello ma è stato bloccato in sicurezza. Viste le sue condizioni mentali, è stato chiesto l'intervento dei sanitari del 118 che lo hanno preso in carico non prima che il napoletano venisse denunciato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Armato di motosega e coltello scatena il caos nella clinica privata

RiminiToday è in caricamento