Arrestata coppia di pusher: lui confezionava, lei vendeva al dettaglio

I due sono stati sorpresi dai carabinieri mentre gestivano una fiorente attività di vendita in strada. La donna è stata sorpresa in flagranza

Una fiorente e ben avviata attività di spaccio di stupefacenti per una coppia, lui 28enne albanese e lei 37enne romena, sorpresa in flagranza dai carabinieri di Rimini. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti dell'Arma, mentre l'uomo si occupava di confezionare le dosi nella loro abitazione e di tenere i contatti con i clienti, la 37enne era addetta alla vendita in strada dello stupefacente. Giovedì, nel corso di un servizio per il contrasto dello spaccio, una pattuglia dei carabinieri ha pizzicato la romena in una traversa di viale principe Amedeo mentre stava vendendo una dose da 1 grammi di cocaina, al prezzo di 250 euro, a un tossico di Riccione.

Bloccata in flagranza, i militari dell'Arma hanno poi deciso di effettuare una perquisizione domiciliare dove, oltre al compagno, hanno scoperto altri 50 grammi di cocaina, in parte già confezionata, per un valore complessivo di circa 6mila euro. Arrestati, dopo una notte in camera di sicurezza i due sono stati processati per direttissima e, il giudice, ha fissato il processo a data da destinarsi. Nel frattempo, però, per l'albanese è stata disposta la carcerazione, a causa dei suoi precedenti penali, mentre per la romena è stato disposto l'obbligo di dimora a Rimini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

Torna su
RiminiToday è in caricamento