Arrestato prima che avviasse la sua piantagione di marijuana

Nell'ambito dell'operazione Free Park, i carabinieri di Rimini hanno arrestato un barese con 120 grammi di marijuana

Le manette sono scattate ai polsi di un barese 38enne arrestato, dai carabinieri di Rimini, prima che potesse avviare la sua piantagione di marijuana. Gli inquirenti dell'Arma, nell'ambito dell'operazione Free Park, hanno raccolto alcune voci sul pugliese, residente in città ma domiciliato a Sogliano, e sulla sua rivendita di sostanze stupefacenti. Insieme ai colleghi cesenati, quindi, è scattata una perquisizione nell'abitazione e nell'auto del 38enne. Nell'appartamento di Sogliano sono stati così trovati 120 grammi di marijuana, 7 grammi di hashish e 28 vasi contenenti semi di canapa indiana occultati in diversi punti della casa, oltre a un bilancino elettronico di precisione e materiale vario per il confezionamento della sostanza.  Nel corso delle operazioni venivano altresì rinvenuti fertilizzanti ad alto potenziale e apposite lampade necessarie per poter realizzare una piccola serra artigianale in cui far crescere le piantine. Il tutto ha fatto scattare l'arresto e, dopo una notte in camera di sicurezza, il barese è stato processato per direttissima. Il giudice ha convalidato il fermo e ne ha poi disposto la scarcerazione in attesa della prossima udienza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Tremendo schianto in autostrada, un morto e un ferito in gravi condizioni

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Inizia la Lotteria degli scontrini: come ottenere il codice per vincere fino a 5 milioni di euro

  • Ristoranti aperti solo per i conviventi, Conte: "Chiediamo a tutti di rispettare le regole"

Torna su
RiminiToday è in caricamento